Modena, “Scontri con attivisti? No, gli agenti sono stati aggrediti”

Alfa-Romeo-Polizia-MunicipaleSui fatti in via Bonacorsa interviene il comandante della Polizia municipale  Franco Chiari

MODENA – “Sulla vicenda avvenuta in via Bonacorsa, tutte le opinioni sono legittime, altra cosa sono i fatti. Fatti che non possono essere distorti a fini esclusivamente strumentali”. Lo afferma il comandante della Polizia municipale di Modena Franco Chiari annunciando che le dichiarazioni diffamatorie saranno denunciate all’Autorità giudiziaria.

“Non è certo questo il luogo o il momento per ribadire le Politiche abitative del Comune di Modena, un settore su cui tradizionalmente viene investita una fetta rilevante del bilancio. Quello che ci preme invece ristabilire – continua il comandante – è la realtà dei fatti accaduti nel pomeriggio di mercoledì 20 gennaio quando gli agenti della Polizia municipale si sono recati in via Bonacorsa per rispondere, come doveroso, alla chiamata di personale dell’Università che diceva di sentire rumori sospetti provenire da alcuni locali. Una volta sul posto lo stesso personale ha indicato quali fossero i locali interessati e le prime due pattuglie della Municipale giunte in via Bonacorsa (una terza è arrivata successivamente) sono entrate trovandovi diverse persone. Mentre iniziavano le operazioni di controllo dei documenti, sono arrivati alcuni attivisti che si sono introdotti nell’edificio ma non c’è stato alcuno scontro tra gli autonomi, sopraggiunti sempre più numerosi anche negli istanti successivi, e gli operatori della Municipale”.

“Anche davanti alle provocazioni verbali e alle spinte esercitate dagli attivisti che erano intenzionati a spingerli fuori dall’androne dell’edificio – ribadisce il comandante Chiari – gli agenti non hanno reagito e hanno opposto esclusivamente resistenza passiva. Una vigilessa è stata aggredita da un giovane che le ha procurato diversi traumi al torace, alla spalla, al gomito, al collo e al capo. La vigilessa è stata refertata al Pronto soccorso con una prognosi di venti giorni. Un altro agente è stato fatto cadere a terra da un altro attivista riportando alcune escoriazioni al ginocchio ma non ha ritenuto di dover ricorrere alle cure del Pronto soccorso. Nessuno degli operatori della Municipale ha risposto con la violenza alle aggressioni messe in atto dagli autonomi”.