Modena, In San Pietro concerto evento con il giapponese Hiranaka

Martedì 8 novembre, alle 21, per il “Modena organ festival”, l’organista di fama internazionale propone un repertorio da Bach al linguaggio contemporaneo

yuzuru-hiranakaMODENA – Dalle pagine più impegnative di Bach a brani che parlano il linguaggio contemporaneo. È questo il programma del concerto evento in programma martedì 8 novembre nella chiesa abbaziale di San Pietro, alle 21, nell’ambito del Modena organ festival. Protagonista del concerto sarà l’organista giapponese Yuzuru Hiranaka, uno dei più noti al mondo e artista imprevedibile, e imperdibile, che riserva sempre delle sorprese al suo pubblico. L’ingresso è libero.

Hiranaka, che vive tra il Giappone e l’Europa, in particolare la Danimarca, proporrà un repertorio che spazia dai grandi compositori per organo dell’epoca barocca, Sweelinck,. Reincken e, appunto, Bach con la Triosonata VI in Sol maggiore BWV 539 e la Fantasia e fuga in Sol minore BWV 542, a Beethoven di cui eseguirà un “Adagio” dalla Sonata n.8 della “Patetica”, ad autori contemporanei e viventi come il danese Anders Danman e il giapponese Sakamoto.

Yuzuru Hiranaka ha studiato Organo, Clavicembalo e musica sacra all’Università di Tokio, in Olanda, a Friburgo e alla Royal Danish Academy of music di Copenhagen dove tuttora insegna Organo. Ha conseguito la laurea in Organo, Clavicembalo e musica sacra, il diploma per organo barocco, il diploma pedagogico per organo e quello per concertista solista. È organista e direttore musicale di una delle maggiori parrocchie di Cophenaghen ed è docente sia in Danimarca che in Svezia.

Il Modena organ festival, rassegna organistica internazionale inserita nel programma di “ArmoniosaMente, è organizzato dall’associazione “Amici dell’organo J. S. Bach” con il contributo di Fondazione Cassa di risparmio Modena, Regione Emilia Romagna, Comune di Modena, Lapam confartigianato e Bper e in collaborazione con l’associazione “Aut Aut”.