Modena, Promozione della città: il Tavolo rilancia per il 2016

conferenza stampa tavolo promozione 1 110116Primo incontro dell’anno dei rappresentanti delle realtà pubbliche e private coinvolte, per avviare le sinergie di sostegno all’attrattività di Modena, a partire dal Calendario eventi

MODENA – Proseguire sulla strada intrapresa a partire dalle esperienze realizzate, in particolare nel periodo di Expo, affinare gli strumenti e individuare e mettere in campo “buone pratiche” e nuove strategie per il 2016. Queste le linee guida condivise dai partecipanti al Tavolo per la promozione della città che si è svolto ieri mattina, lunedì 11 gennaio, a Palazzo Comunale su convocazione dell’assessore a Promozione della città e Turismo, Tommaso Rotella, e dell’assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza. Dopo i cinque incontri del 2015, al primo appuntamento dell’anno del Tavolo, che è stato anche occasione per la presentazione della prima versione cartacea del calendario unico degli eventi, erano invitati, oltre ai delegati degli assessorati comunali coinvolti, i rappresentanti di Provincia di Modena, Modena Fiere, Camera di Commercio, Università di Modena e Reggio Emilia, Museo Enzo Ferrari, Fondazione Mef, Fondazione Pavarotti, Palatipico, Autodromo, Associazioni di categoria (Cna, Lapam, Confesercenti, Confcommercio), Confindustria Modena, Confimi Emilia, Modenamoremio, Modenatur, Apt servizi e Consorzio festivalfilosofia. Il Tavolo potrà essere di volta in volta allargato ad altri soggetti interessati o coinvolti nei progetti di promozione.

Il progetto “Tavolo di Promozione e Calendario Unico degli eventi”, che ha ottenuto anche un finanziamento regionale di 50mila euro, punta a creare un nuovo modello di “governance” territoriale tra gli attori privati e pubblici locali, capace di promuovere un efficace coordinamento delle attività di promozione della città, con condivisione di “buone pratiche”, a favore sia delle imprese modenesi (operanti nel commercio, somministrazione e ricettivo) che dei visitatori e turisti. “Il tavolo si propone – spiegano Rotella e Cavazza – come luogo sinergico di analisi e di coordinamento delle attività di animazione di Modena con finalità promozionale dell’offerta culturale ed economica della città, sperimentando un nuovo modello di regia unitaria sul territorio che riesca ad unire in una visione comune i molteplici attori dello sviluppo turistico ed economico, con adeguate forme di promozione e coordinamento”. Tra gli obiettivi principali: l’ottimizzazione degli interventi pubblici e privati destinati alla promozione della città e più dettagliatamente degli eventi e iniziative di animazione; la realizzazione del Calendario unico degli eventi, per consentire agli esercizi commerciali, in particolare del centro storico, una pianificazione e programmazione delle attività funzionale anche allo sviluppo del centro storico come “centro commerciale naturale” della città.

Il Comune di Modena, infatti, è da tempo impegnato per la valorizzazione della funzione commerciale del centro storico e sta incentivando con avvisi e bandi la qualificazione e l’evoluzione della rete commerciale verso il target turistico. L’aumento della presenza di turisti anche stranieri in città ha determinato lo sviluppo di progetti pubblici e privati di offerta e attrattività volti, tra l’altro, a promuovere anche in ambito commerciale azioni indirizzate alla qualificazione delle attività economiche e dei relativi servizi di accoglienza per visitatori e turisti.