A Modena preso spacciatore, sequestrati tre ovuli di eroina

Dopo un inseguimento a piedi, la Polizia municipale ha assicurato all’Autorità giudiziaria pregiudicato già arrestato per reati legati allo spaccio di stupefacenti

IMG_6488MODENA – La Polizia municipale di Modena ha inferto un altro colpo alla cosiddetta banda del Murazzo. Venerdì 27 gennaio, durante un servizio di controllo del territorio in zona Madonnina, gli agenti del Nucleo Problematiche del territorio hanno preso un tunisino, già pregiudicato per reati legati allo spaccio di stupefacenti, e sequestrato 75 grammi di eroina probabilmente destinata al mercato all’ingrosso degli altri spacciatori.

IMG_6487Erano circa le 16 quando gli agenti hanno notato in un’area già in passato oggetto di sgomberi e di ripristino in sicurezza, e pertanto tenuta sotto osservazione, un pregiudicato di nazionalità tunisino. Vistosi sorpreso dagli agenti, l’uomo si è sottratto al controllo dandosi alla fuga ed è stato inseguito a piedi fino in zona San Cataldo, dove, nei pressi dell’area cimiteriale, è stato raggiunto e preso.

Addosso gli sono state trovate modiche quantità di cocaina e denaro contante, ma il grosso del quantitativo di stupefacente è stato recuperato nel punto dove il pregiudicato era stato visto rovistare, proprio dietro l’ex autolavaggio abbandonato di strada Cabassi.

Qui, nascosti, sono stati recuperati dalla Municipale tre ovuli di eroina purissima del peso IMG_6489complessivo di 75 grammi e materiale per il confezionamento della droga. Poco distante, in un locale abbandonate gli agenti hanno infine trovato i segni evidenti di un’occupazione abusiva – un materasso usato come giaciglio, resti di cibo – e tracce del confezionamento di sostanze stupefacenti.

L’uomo, un 27enne, H.S. le sue iniziali, conosciuto come appartenente alla banda del Murazzo e già arrestato per reati simili, è stato assicurato all’Autorità giudiziaria.