Modena, premiazione dei 12 nuovi Maestri del Lavoro

Modena, premiazione dei 12 nuovi Maestri del LavoroIeri c’è stata la cerimonia in Municipio per le “Stelle al Merito” con Muzzarelli, Cavazza e Caporioni

MODENA – Dedizione al lavoro, orgoglio nell’arrivare ai vertici e grande inventiva nel trovare sempre nuove soluzioni. Sono le caratteristiche del mondo produttivo modenese che il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha richiamato nel premiare in Municipio, martedì 10 novembre, i 12 nuovi Maestri del lavoro modenesi che sono stati insigniti della “Stella al Merito” da parte del Presidente della Repubblica. La decorazione è concessa a coloro che, superati i 50 anni e prestata un’attività lavorativa per almeno 25, si siano distinti per perizia, laboriosità e buona condotta morale.

All’incontro hanno partecipato anche il vice sindaco Gianpietro Cavazza e l’assessora al Lavoro Ingrid Caporioni. Ai sette uomini premiati è stata consegnata una medaglia con lo stemma del Comune di Modena con il proprio nome inciso, alle cinque donne invece una medaglia della Bonissima in argento, sempre con il nome inciso.

Alla cerimonia hanno preso parte anche i referenti delle ditte di appartenenza, oltre al consiglio provinciale della Federazione maestri del lavoro.

I nuovi maestri del lavoro sono: Marco Arrighi di Maranello (Ferrari spa), Elisabetta Balboni di Finale (Impresa verde di Modena), Paolo Casolari di Modena (Maserati spa), Iules Gualdi di Novi (Comer industries di Reggiolo), Nadia Guerra di Carpi (Cna servizi), Gianni Guerzoni di Carpi (Manitou Italia), Maria Luisa Lambertini di Bomporto (Impresa verde di Modena), Marco Martignoni di Castelfranco (Manitou Italia srl), Ornella Rossi di Fiorano (Ceramiche Ricchetti), Carmen Serri di Sassuolo (Ceramiche Ricchetti), Marco Giuseppe Martino Valloire di Torino (Cnh Industrial Italia spa di Modena), Marcello Vicenzi di Finale (Automobili Lamborghini).