Modena: a Portile e Paganine telecamere già in funzione

Lavori di infrastrutturazione effettuati nei giorni scorsi. Quattro delle cinque telecamere sono già accese e collegate alle sale operative di Pm e Forze dell’Ordine

logocomune-modenaMODENA – Sono terminati i lavori per l’interconnessione di Portile mediante ponti radio e fibra ottica che consentono il potenziamento della connettività della scuola primaria Martin Luther King e l’estensione del sistema di videosorveglianza cittadina.

Quattro delle cinque telecamere inserite nel sistema di videosorveglianza cittadino, terminata anche la fase di sperimentazione, sono collegate alle sale operative di Polizia municipale e Forze dell’Ordine dalla mattina di martedì 31 ottobre e molto presto lo sarà anche il quinto apparecchio installato.

I nuovi apparecchi sono collocati in ingresso e in uscita della frazione e in punti intermedi, cioè all’altezza della chiesa di Portile e dello svincolo per Paganine.

La connettività è stata portata da Modena verso la frazione di Portile attraverso ponti radio, oltre che distribuita localmente tramite la posa di cavi e fibra ottica.

La copertura finanziaria dell’intervento è stata stabilità nell’ambito di una delibera di Giunta che ha stanziato 130 mila euro per il potenziamento della videosorveglianza cittadina e il completamento dei varchi elettronici nell’ambito del progetto SCNTT.

Atto che complessivamente prevede l’installazione, tra fine 2017 e inizio 2018, appunto di 5 telecamere a Portile; 7 in centro storico nelle zone di corso Canalchiaro e via Taglio; di ulteriori 26 apparecchi per il controllo targhe e transiti, oltre che telecamere di contesto collegate alle sale operative, a completamento della realizzazione dei portali elettronici .

Attualmente, per quanto riguarda il forese, oltre alla connettività di Portile, la Banda Ultra Larga è arrivata nella frazione di 4 Ville dove la copertura è completa con l’interconnessione delle aree di San Pancrazio, Lesignana, Villanova, Ganaceto e ha consentito anche di ampliare il sistema di videosorveglianza cittadino.

La Bul è inoltre entrata ad Albareto fino alla scuola primaria ed entro l’anno raggiungerà la Polisportiva, il campo sportivo, e i varchi di videosorveglianza.