Modena per Pavarotti: il maestro, i bambini e i rifugiati

Nello spettacolo gratuito del 6 settembre in piazza Grande, intitolato “Qui dove il mare luccica”, si ricorda l’impegno del tenore per Unhcr. È la persona che ha raccolto più fondi

poster pavarottiMODENA – Tema centrale nello spettacolo gratuito che Modena, la sua città, dedica a Luciano Pavarotti il 6 settembre in piazza Grande nel nono anniversario della scomparsa, è la collaborazione del tenore con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), ai cui progetti dedicò più edizioni del “Pavarotti & Friends”.

In occasione di quei grandi concerti di beneficenza, infatti, Luciano Pavarotti aveva stretto una bellissima collaborazione con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati nella speranza di portare aiuto concreto a tutte quelle popolazioni, in particolare ai bambini, vittime di conflitti e costretti a scappare dalle proprie case. E, proprio per il costante impegno profuso, l’Alto Commissariato aveva insignito Pavarotti del riconoscimento più importante nell’ambito dell’agenzia Onu, ovvero la “Medaglia Nansen”. Il Maestro, infatti, era stato colui che aveva raccolto fondi per la causa dei rifugiati più di ogni altro privato cittadino al mondo.

Pavarotti stesso, da bimbo, era stato “sfollato”, e aveva una acuta sensibilità per il dramma dei bambini segnati dalle guerre a partire dal dover lasciare la propria casa.

Sono stati quattro i “Pavarotti & Friends” per l’Unhcr. Nel 1999 all’iniziale impegno per il Guatemala del premio Nobel Rigoberta Menchu si aggiunse quello per il Kossovo. Nel 2001, l’aiuto fu per i rifugiati afghani in Pakistan; nel 2002 per i rifugiati angolani in Zambia; nel 2003, l’obiettivo fu quello di sostenere i progetti Unhcr per favorire il rientro in patria degli irakeni che avevano lasciato il Paese devastato dal conflitto.

Nel corso della serata, video e testimonianze daranno volto e voce ai tanti rifugiati che l’Unhcr aiuta, in particolare nei campi profughi dell’area mediterranea. Ospite sul palco Carlotta Sami, portavoce per il Sud Europa dell’Alto Commissariato.

“Qui dove il mare luccica” si svolge grazie all’impegno congiunto di Fondazione Luciano Pavarotti e Comune di Modena col sostegno fondamentale di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, ed è realizzato in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale, grazie anche al sostegno di Gruppo Hera, Maserati, Caffè Cagliari e Gruppo Cremonini. Media partner dell’evento sarà l’emittente Rai Radio 2, che trasmetterà il concerto in diretta radiofonica sulle sue frequenze.