Modena, “Modena organ festival”

RiverberiNella Cappella del Collegio San Carlo giovedì 12 e venerdì 13 novembre sono in programma due concerti

MODENA – La suggestiva Cappella del Collegio San Carlo di Modena (via San Carlo 5) ospita oggi, giovedì 12 e venerdì 13 novembre (ore 21) due concerti nell’ambito del cartellone del “Modena organ festival”. Gli ultimi inviti gratuiti per partecipare all’evento si sono possono ritirare alla portineria del Collegio.
L’appuntamento di giovedì ha come protagonista il quartetto Riverberi composto da Pietro Tagliaferri, sax soprano, Camillo Mozzoni, oboe, Walter Casali, violone, e Stefano Pellini che suonerà l’organo dei primi dell’800 custodito nella Cappella; in programma sonate di autori barocchi tra cui J.S.Bach, Corelli e Vivaldi.
Nel concerto di venerdì si esibisce la versione in duo del progetto Riverberi, composta da Tagliaferri e Pellini, a cui si aggiunge l’organista Stefano Manfredini; in programma un repertorio che rappresenta un autentico viaggio musicale dal 600 all’800 con brani, tra gli altri, di Frescobaldi, Mozart, Guilain, Vivaldi e Corelli.
La rassegna è promossa dall’associazione Amici dell’organo “Johann Sebastian Bach” con il contributo della Provincia e del Comune di Modena, della Regione Emilia Romagna, della Fondazione Cassa di risparmio di Modena, della Banca popolare dell’Emilia Romagna, di Lapam Confartigianato Imprese di Modena e Reggio Emilia, della Circoscrizione 1 e dei Musei civici di Modena.
Il progetto Riverberi nasce dall’idea di accostare il sax soprano all’organo creando un repertorio unico e affascinante. Il duo originario ha all’attivo da diversi anni una intensa attività concertistica in tutta Europa e nelle più importanti rassegne organistiche nazionali. Dopo aver realizzato quattro cd, la formazione ha in programma l’uscita di un nuovo lavoro discografico dedicato a J.S. Bach. Dal 2013 il progetto si è allargato con l’ingresso di Mozzoni e Casali, aggiungendo nuovi timbri con risultati musicali sorprendenti.