Modena, “M’illumino di meno”, luci spente venerdì 19 febbraio

comune di Modena logoIl Comune di Modena aderisce anche quest’anno alla campagna per il risparmio energetico promossa da Caterpillar. Piazza Grande si spegne dalle 18 alle 19.30

MODENA – Luci spente al crepuscolo, in luoghi simbolici della città come piazza Grande e largo Sant’Agostino, come occasione per riflettere sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi. Venerdì 19 gennaio torna anche a Modena “M’illumino di meno”, la campagna di sensibilizzazione promossa da Caterpillar, lo storico programma di Rai Radio2, e giunta alla sua dodicesima edizione.

Venerdì 19 febbraio, le luci in piazza Grande e in largo Sant’Agostino si spegneranno dalle 18 alle 19.30. Nello stesso arco di tempo, alla Pietra Ringadora sono in programma letture a lume di candela. Luci abbassate anche nella galleria del centro commerciale Grandemilia dove, fino a sabato 20 febbraio, è allestita la mostra “Energeticamente”, realizzata dal Musa, il Multicentro ambiente e salute del Comune di Modena, in collaborazione con Larea, Laboratorio regionale di educazione ambientale, l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile e lo stesso centro commerciale. L’esposizione, pensata con particolare attenzione per gli studenti, consiste in 21 mini laboratori didattici e interattivi che consentono di osservare, sperimentare e comprendere fenomeni naturali che avvengono tutti i giorni. Sarà infatti possibile capire come si produce l’effetto serra oppure verificare come si possa usare il calore del sole per cucinare o essiccare cibi, come funziona un impianto fotovoltaico e quanta energia è necessaria per ascoltare la radio o farsi una doccia.

Tra le iniziative legate a “M’illumino di meno”, il Comune, raccogliendo l’invito dell’Agenzia per l’energia, ha aderito inoltre al progetto europeo save@work, una gara, sostenuta dall’Unione europea, tra uffici di enti pubblici di nove paesi per acquisire buone abitudini di risparmio energetico. L’obiettivo della gara, che comincerà il primo marzo 2016, è dimostrare come sia possibile risparmiare una quantità significativa di energia semplicemente acquisendo la consapevolezza dei propri comportamenti e cambiandoli quando è necessario.