Modena: Per la Torre Ghirlandina 44mila visitatori nell’anno 2016

Alto gradimento per il monumento simbolo di Modena. Oltre 9mila gli stranieri. Tra le novità visite brevi quotidiane anche in inglese, visite a tema, animazioni

absidi duomo e ghirlandina dalla bonissima verticaleMODENA – La Torre Ghirlandina, simbolo di Modena, nel cuore della città in piazza Grande, sito Unesco patrimonio dell’umanità, piace ogni anno di più a visitatori e turisti. Nel 2016 l’hanno visitata in oltre 44mila (44.031 alla data del 29 dicembre), 9.118 dei quali erano stranieri, pari a oltre un quinto (20,7 %) dei visitatori complessivi.

Una media mensile di ingressi che supera largamente le 3.500 unità (per l’esattezza 3.666 al mese) con un picco registrato nel mese di settembre con 5.600 presenze, per una media giornaliera di più di 200 accessi.

Risultati che premiano la scelta di promuovere, qualificare e ampliare le aperture al pubblico della Ghirlandina e degli altri luoghi del sito Unesco, con l’opportunità nuova di un biglietto unico per tutto il sito in collaborazione con Coordinamento sito Unesco presso i Musei civici e Basilica Metropolitana. Il progetto, coordinato dal Servizio Promozione della Città e Turismo , è diventato operativo da maggio 2015 nell’ambito delle iniziative per Expo, ed è proseguito consolidandosi nel 2016. Confrontando i primi otto mesi (da maggio a dicembre) del 2015 e del 2016, si registra un aumento dei visitatori. In particolare, gli ingressi da maggio a dicembre dell’anno appena trascorso sono stati 29.650 con un incremento di più di mille ingressi rispetto allo stesso periodo del 2015, che ha registrato negli stessi mesi 28.443 visitatori.

absidi duomo e ghirlandinaAnche i visitatori stranieri sono aumentati nel periodo di raffronto considerato maggio – dicembre: nel 2015 sono stati circa 5.256 per una media di poco inferiore al 19 per cento del totale, mentre nel 2016 lo stesso periodo ha fatto registrare 7.268 accessi di stranieri per una media di ingressi intorno al 24%. Nel 2016 hanno visitato la Ghirlandina 9118 stranieri sui 44.031 visitatori complessivi.

L’aumento di visitatori al sito Unesco si deve certo anche all’ampliamento dell’orario di apertura, che alla Torre sabato, domenica e festivi diventa continuato.

Il crescente gradimento è probabilmente frutto anche degli interventi non solo strutturali ma anche di qualità dei servizi e dell’accoglienza in collaborazione con Ars/Archeosistemi. La novità più recente sotto questo aspetto è l’introduzione delle “Visite brevi visite giornaliere” gratuite, previo pagamento del biglietto per la Ghirlandina. Si svolgono alle 11.30 e 15.30 in italiano, e alle 12.15 in inglese (su richiesta). Durano circa 20 minuti e già hanno riscosso un buon successo nel periodo sperimentale di dicembre 2016, in quanto permettono al visitatore di scegliere tra visita autonoma con ascesa fino alla sala dei Torresani e percorso di gruppo con approfondimenti sulla storia della Torre. E anche nel 2017 si propone un programma di visite mensili a tema al sabato alle 17.15, fruibili previa prenotazione con il solo pagamento del biglietto di ingresso. Il 28 gennaio la visita sarà dedicata a “San Geminiano e i geminiani”; il 25 febbraio a “La secchia rapita e il Tassoni”; il 25 marzo a “Fatti noti e meno noti della vita di Angelo Fortunato Formiggini”; il 29 aprile a “La storia della Ghirlandina nella doppia valenza civica e religiosa”.

Per migliorare la qualità del servizio nel 2016 la Ghirlandina è stata inoltre dotata di collegamento internet sia per permettere agli operatori dell’accoglienza di collegarsi in rete per una migliore gestione delle attività, sia per rispondere alle richieste di informazioni e gestire la corrispondenza mail, prenotazioni e richieste. La Torre ha oggi un indirizzo e-mail (torreghirlandina@comune.modena.it).

Altre animazioni riguarderanno le Sale storiche del Palazzo comunale: a partire da domenica 8 gennaio saranno proposte letture animate ogni domenica alle 17,30, con pagamento dell’ingresso (2 euro), senza prenotazione. Saranno letti passi del poema eroicomico “La secchia rapita” del Tassoni. Inoltre, nei mesi di marzo e aprile, sono in programma due ulteriori proposte culturali: una visita teatralizzata in Ghirlandina con doppia replica mattino e pomeriggio e una visita combinata che proporrà un nuovo itinerario di visita tra Ghirlandina e Sale Storiche comunali.

I Biglietti Unici sito Unesco che, introdotti a partire da maggio 2015, permettono la visita della Ghirlandina, dei Musei del Duomo, dell’Acetaia e delle sale Storiche di Palazzo Comunale al costo promozionale di 6 euro, sono anch’essi in crescita. Nel 2016, infatti, fino al 29 dicembre ne sono stati acquistati 3.288, mentre nel 2015, da maggio a dicembre, ne erano stati staccati circa 2.500. I biglietti hanno validità illimitata: è possibile utilizzarli in più momenti e a ogni sito visitato viene annullata la sola parte di biglietto relativa. Sono in vendita all’Ufficio Iat (Informazioni e Accoglienza Turistica) di piazza Grande, in Ghirlandina, Musei del Duomo e Sale storiche di Palazzo Comunale (solo domenica pomeriggio).

Informazioni allo Iat, t. 059 2032660 (info@visitmodena.it – www.visitmodena.it).