Modena: iscrizioni scuole, dal 16 gennaio a primarie e secondarie

Ci si può iscrivere solo on line sul sito Miur. Le domande dovranno essere gestite dalle scuole secondo criteri e modalità stabiliti dal Protocollo siglato con il Comune

Municipio-Comune-ModenaMODENA – Da martedì 16 gennaio è possibile iscriversi alle classi prime delle scuole primarie e secondarie per l’anno scolastico 2018/2019. L’iscrizione va fatta esclusivamente on line sul sito web del Ministero (www.iscrizioni.istruzione.it), ma la registrazione sul portale del Miur si può già fare. Le famiglie devono quindi prima registrarsi e poi effettuare l’iscrizione vera e propria che sarà possibile solo dalle ore 8 del 16 gennaio alle 20 del 6 febbraio.

Per fornire informazioni sui servizi erogati e sull’offerta formativa, dalla prossima settimana i singoli istituti scolastici cittadini organizzano delle assemblee, il calendario è consultabile on line sul sito Internet del Comune di Modena.

Le iscrizioni saranno gestite dalle scuole secondo le modalità e i criteri contenuti dal “Protocollo d’intesa per la gestione delle iscrizioni alle scuole primarie e secondarie di primo grado di Modena – a.s. 2018/2019” siglato dal Comune e dai dieci Istituti Comprensivi.

Il Protocollo è frutto di un percorso condiviso finalizzato al raggiungimento dell’organizzazione ottimale delle Istituzioni scolastiche autonome del territorio, in termini di classi e numero di alunni per classe, in rapporto al numero di aventi diritto ed alle iscrizioni ricevute, tenuto conto che l’obiettivo prioritario è consentire a tutti i residenti di frequentare una scuola pubblica, avendo come priorità la continuità nel Comprensivo e la territorialità.

“Dopo l’esperienza avviata lo scorso anno in concomitanza con la riorganizzazione del sistema scolastico statale in Comprensivi – spiega l’assessore alla Scuola Gianpietro Cavazza – abbiamo lavorato, insieme ai dirigenti scolastici, all’Ufficio scolastico regionale di Modena e con il coinvolgimento dei Presidenti dei Consigli di Istituto, oltre che dei rappresentanti delle scuole paritarie, per affinare il Protocollo ed esplicitare ulteriormente le modalità di applicazione dei criteri per l’accettazione delle iscrizione”.

In tal modo, si sono affrontate le criticità che lo scorso anno hanno per esempio riguardato gli alunni residenti a Modena provenienti da primarie non statali, cioè da scuole paritarie: questi, fatta salva la precedenza agli studenti provenienti dallo stesso Comprensivo (priorità che viene stabilita dal Ministero), potranno accedere alla scuola secondaria di primo grado sulla base del criterio della residenza nello stradario.

“Con i dirigenti scolastici – continua l’assessore – abbiamo soprattutto istituito un tavolo di regia che vincola tutti a procedere in piena condivisione con gli altri, assumendosi una responsabilità collettiva della corretta applicazione dei criteri, prevedendo diverse fasi e momenti di confronto dopo ciascuna fase”.

È stato inoltre rafforzato il principio che la precedenza spetta ai residenti, che opererà anche per le iscrizioni alla scuola primaria, in modo da essere applicato in modo omogeneo in tutto il primo ciclo di istruzione. L’unica eccezione riguarda gli alunni non residenti attualmente frequentanti le classi quinte: un numero ora piuttosto significativo che dovrebbe tendenzialmente diminuire nel medio lungo periodo.

Per illustrare le novità del Protocollo, rappresentanti dell’assessorato presenziano alle assemblee programmate dagli Istituti Comprensivi e sono iniziati anche alcuni incontri tra il personale del settore Istruzione e quello delle segreterie delle scuole per condividere i criteri e le modalità di applicazione.