Modena, Guida contromano senza patente nè assicurazione

Alfa-Romeo-Polizia-MunicipaleIl conducente che trasportava il figlio senza averlo assicurato non si ferma all’alt della Municipale dandosi alla fuga. Sanzioni per migliaia di euro e fermo del veicolo

MODENA – Guida senza patente e senza aver assicurato l’auto; trasporta il bimbo senza utilizzare i sistemi di ritenuta, non si ferma all’alt dei Vigili e scappa imboccando una strada contromano. Davvero pessimo l’esempio dato al figlio da un’automobilista che, con il proprio comportamento ha innanzitutto messo in pericolo l’incolumità dei familiari e degli altri utenti dalla strada.

Nel pomeriggio di domenica 3 aprile, in via Piave, una pattuglia della Polizia municipale di Modena, nell’ambito di servizi di controllo finalizzati alla sicurezza stradale, ha intimato l’alt a un’automobile Opel Zafira; gli agenti avevano infatti notato che il bambino trasportato sul sedile posteriore non era assicurato con i sistemi di ritenuta. Nei pressi della rotatoria di piazzale Natale Bruni, il conducente, uno straniero che viaggiava anche con la moglie, ha in un primo momento accostato, ma all’avvicinarsi della vigilessa ha accelerato e si è dato alla fuga a tutta velocità. In zona musicisti, l’auto ha anche percorso via Morselli contromano ed è infine stata raggiunta e fermata dalla Municipale alla rotatoria tra via Divisione Acqui e via Minutara. Al controllo degli agenti, il conducente, un marocchino 41enne residente a Castelnuovo Rangone, è risultato essere senza patente, perché non l’ha mai conseguita e il suo veicolo sprovvisto di copertura assicurativa. Per la guida senza patente gli è stata elevata una sanzione dell’importo di 5mila euro secondo quanto previsto dalla nuova normativa, mentre l’auto priva di copertura assicurativa è stata sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi che è diventato di quattro poiché alla moglie, a cui è intestato il veicolo, è stato contestato l’incauto affidamento dell’auto a una persona sprovvista dei titoli per guidare. All’uomo sono stati anche contestati l’eccesso di velocità, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza per assicurare il bambino e la circolazione contromano. Il tutto per diverse migliaia di euro.