Modena: fermato al parco, aveva ingerito un ovulo di droga

Nel pomeriggio di venerdì 20 ottobre, al parco XXII Aprile, la Polizia Municipale ha fermato dopo una colluttazione un nigeriano che dava in escandescenze

polizia-municipale-MODENA – È stato fermato dalla Polizia Municipale di Modena perché dava in escandescenze prendendo a calci e pugni le auto ma poi è risultato che aveva ingerito un ovulo di sostanza stupefacente.

È accaduto nel pomeriggio di venerdì 20 ottobre, intorno alle 18, al parco XXII Aprile: un uomo di 31 anni, di origine nigeriana, S.O. le sue iniziali, in evidente stato di alterazione psichica è stato fermato dagli agenti dell’Ufficio mobile della Polizia Municipale e ammanettato dopo una colluttazione che ha coinvolto anche la pattuglia chiamata a supporto.

Mentre veniva caricato sull’auto de servizio l’uomo ha sputato una pallina avvolta in pellicola contenente una sostanza stupefacente, probabilmente eroina.

L’uomo è stato quindi portato al Comando per accertamenti e qui, dopo qualche tempo, si è sentito male.

È stata quindi chiamata un’ambulanza e S.O. è stato trasportato all’Ospedale di Baggiovara dove è stato ricoverato in osservazione e sottoposto agli esami del caso, dai quali è emerso che era in stato di ebbrezza alcolica.

Al Pronto soccorso di Baggiovara sono arrivati per controlli anche tre degli agenti che, nel corso del fermo, avevano subito lesioni non gravi.

Dimesso dall’ospedale nella mattinata di sabato 21 ottobre, l’uomo, che dagli accertamenti effettuati è risultato irregolare sul territorio, senza fissa dimora e pregiudicato, è stato riaccompagnato al Comando della Municipale dove è stato fotosegnalato e denunciato a piede libero.