A Modena denunciati 5 automobilisti ubriachi

Controlli straordinari nella notte tra il 17 e il 18 dicembre. L’attività di contrasto alla guida sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti intensificata durante le feste

Polizia municipaleMODENA – Sono stati complessivamente 40 gli automobilisti fermati dalla Polizia municipale di Modena nella notte tra sabato 17 e domenica 18 dicembre nell’ambito dei controlli straordinari predisposti dal Comando di via Galilei per contribuire a migliorare la sicurezza stradale nel periodo delle festività natalizie, soprattutto in relazione alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Tre le pattuglie della Municipale in servizio nell’arco notturno che va dalla mezzanotte alle 6, su due dei principali assi stradali della città, in prossimità di noti locali di intrattenimento: in via Emilia Ovest e su viale Monte Kosica all’altezza di piazza Cittadella.

Dei 40 automobilisti sottoposti al pre-test per rilevare la presenza di alcol nel sangue, sei sono risultati positivi e invitati quindi ad effettuare il test dell’etilometro per la misurazione del tasso alcolico.

Cinque di loro, tutti uomini, avevano un tasso alcolico superiore a quello consentito dalla legge che è 0,5 (0 per i neopatentati) e ben tre lo avevano superiore a 1,5 rientrando quindi nella terza fascia della violazione, quella per cui la legge prevede provvedimenti e sanzioni più pesanti.

Un trentacinquenne modenese, fermato su via Emilia Ovest, si era addirittura messo alla guida con un tasso alcolico più di tre volte superiore al consentito. Per lui, oltre a ritiro della patente, decurtazione dei punti, denuncia all’Autorità giudiziaria che deciderà in quale misura applicare la sanzione penale e la durata della sospensione della patente, è scattato anche il sequestro del veicolo di proprietà. Gli stessi provvedimenti sono stati presi nei confronti di un altro automobilista 29enne, anch’egli con un tasso alcolico che colloca la violazione dell’articolo 186 nella fascia più grave, e per un neopatentato di 19 anni fermato su Monte Kosica, a cui però non è stata sequestrata l’auto che non era di sua proprietà.

Gli altri due automobilisti denunciati per la stessa violazione sono due uomini di 47 e 48 anni, residenti in un paese della provincia modenese, che le pattuglie della Municipale hanno fermato in via Emilia ovest. Anche per loro è scattato il ritiro della patente e la denuncia penale, non il sequestro dell’auto collocandosi nella seconda fascia della violazione, con un tasso alcolico quindi inferiore a 1,5.