Modena, Come comprare casa senza pagare tutto subito

Lo spiegano due guide sul rent to buy e sul leasing immobiliare abitativo presentate dal Consiglio notarile in un incontro pubblico venerdì 7 ottobre

Comune di ModenaMODENA – Come comprare casa senza pagare tutto subito, versando invece per un certo periodo un canone di affitto al proprietario dell’immobile o a una società di leasing che si pone come intermediario.

Queste e altre informazioni per comprare casa in modo agevolato, alla luce delle ultime novità normative, sono l’oggetto di due nuove “Guide per il cittadino” che saranno presentate dal Consiglio notarile di Modena con il patrocinio del Comune, in un incontro aperto al pubblico e ai professionisti venerdì 7 ottobre alle 15 alla Galleria Europa (Piazza Grande). L’iniziativa è stata illustrata in anteprima ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa alla presenza dell’assessora all’Urbanistica, Politiche abitative e Aree produttive Anna Maria Vandelli, dell’assessore alle Attività economiche Tommaso Rotella, della presidente del Consiglio notarile di Modena Flavia Fiocchi e dei notai Antonio Nicolini e Giuliano Fusco.

All’incontro, dal titolo “La casa, un bene essenziale, modalità alternative di acquisto”, dopo i saluti del notaio Flavia Fiocchi (Presidente del Consiglio Notarile di Modena), saranno i notai Antonio Nicolini e Giuliano Fusco a illustrare rispettivamente i contenuti delle Guide “Rent to Buy” e “Leasing Immobiliare Abitativo”. Chiude l’incontro Anna Addis (BPER Modena) con un intervento sul tema ‘La Banca e il leasing abitativo’. Nell’occasione saranno disponibili gratuitamente le ‘Guide’, che sono comunque scaricabili dal sito www.notariato.it e dai siti web delle Associazioni dei Consumatori che hanno partecipato alla loro realizzazione.

Le guide sono infatti state realizzate dal Consiglio nazionale del Notariato insieme a 12 delle principali Associazioni dei Consumatori: Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori. Quella sul leasing immobiliare ha visto inoltre il contributo di Assilea e del Ministero dell’Economia e delle Fi­nanze e al Dipartimento delle Finanze.

La guida relativa al rent to buy, in particolare, chiarisce le caratteristiche fondamentali di questo contratto introdotto dal Decreto Sblocca Italia del 2014, che è ancora poco utilizzato ma che, soprattutto in un momento di crisi economica, può essere un’opportunità per chi desidera comprare casa ma non dispone subito della li­quidità necessaria. Con il rent to buy, infatti, l’acquisto avviene in un secondo tempo ma la disponibilità dell’immobile è immediata, a fronte del pagamento di un canone di cui una parte è da im­putare all’utilizzo e un’altra al prezzo finale di vendita in caso di conferma da parte del conduttore-acquirente. La guida scioglie i dubbi più frequenti, per esempio come rientrare in possesso dell’immobile in caso di inadempimento del condut­tore, cosa succede in caso di fallimento del venditore, quali regi­mi fiscali si applicano. Fornisce inoltre una panoramica anche sulle altre forme con­trattuali alternative di compravendita, focalizzando per tutte i vantaggi e gli svantaggi per entrambe le parti.

La guida relativa al leasing immobiliare abitativo risponde alle tante domande sullo strumento introdotto a gennaio 2016 che prevede agevolazioni fiscali e garanzie civilistiche per l’acquisto dell’abitazione principale. A differenza di quanto avviene per le imprese, la modalità del leasing immobiliare è pressoché sconosciuta ai privati che fino a quest’anno non avevano alcuna convenienza economica e fiscale ad acquisire in leasing un’abitazione. Secondo le stime effettuate dal Dipartimento delle Finanze, però, il numero dei possibili beneficiari con un reddito massimo di 55.000 euro (uno dei re­quisiti richiesti per l’applicazione dei benefici fiscali) è di oltre un milione di contribuenti: 200 mila i giovani tra i 25 ed i 34 anni che fruirebbero al 100 per cento delle agevolazioni fiscali e oltre 830 mila i contribuenti con età superiore a 35 anni, per i quali i limiti di detraibilità si applicherebbero al 50 per cento. Il vademecum, in particolare, chiarisce quali sono le tutele per il cittadino e per la società di leasing e quali regimi fiscali si applicano.

Nella stessa collana delle “Guide per il cittadino”, il Consiglio nazionale del Notariato ha pubblicato di recente anche una guida sul matrimonio dedicata agli obblighi di legge che marito e moglie assumono reciprocamente e nei confronti dei figli, alle disposizioni in ambito successorio e previdenziale, nonché alle novità in tema di separazione e divorzio; e una guida sugli aspetti legislativi della relazione genitori-figli alla luce delle novità introdotte nel 2014, che hanno sostanzialmente equiparato il rapporto con i figli nati dentro o fuori il matrimonio.