Modena: colpito al volto con un “tirapugni”, indaga la Municipale

L’aggressione è avvenuta nei pressi della stazione dell’Autocorriere, ancora ignoti i motivi. La vittima, un pregiudicato, subito portato al Pronto soccorso

polizia-municipale-MODENA – Si procede d’ufficio contro ignoti perché la prognosi è superiore a 30 giorni e le ferite sono state inferte attraverso un oggetto atto ad offendere, ma la vittima dell’aggressione avvenuta nel tardo pomeriggio di lunedì 30 ottobre nei pressi della stazione dell’Autocorriere, non ha sporto denuncia contro i due uomini che lo hanno preso a pugni.

L’accusa contro di loro è di aggressione e lesioni gravi causate appunto anche attraverso l’utilizzo di un tirapugni, secondo quanto riportato da alcuni testimoni in zona, compatibile con il tipo di ferite causate sul volto del cinquantenne che è stato subito portato al Pronto Soccorso.

L’uomo, di nazionalità italiana, risulta avere diversi precedenti legati a oltraggio e sostanze stupefacenti.

Sull’episodio indaga la Polizia municipale di Modena che oltre ad avere acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza e ascoltato i testimoni, ha anche raccolto le prime deposizioni della vittima.

I fatti sono accaduti in una piazzola tra via Bacchini e viale Molza verso le 18.

La Polizia municipale è stata immediatamente chiamata dalle persone che erano in zona al momento della discussione degenerata rapidamente in un’aggressione, ma quando dopo poco gli agenti sono giunti sul posto i due si erano già dileguati.

Ancora ignoti anche i motivi all’origine che hanno scatenato la violenta aggressione.