Modena: Ciro Menotti e il duca raccontati con il “Sandrone”

Sabato 21 gennaio alle 17 a Palazzo Comunale in piazza Grande secondo appuntamento a partecipazione libera di “Le stanze raccontano le storie”. Conduce Giancarlo Montanari

famiglia pavironica in sala del fuocoMODENA – Si svolge sabato 21 gennaio alle 17, nella Sala di Rappresentanza del Municipio in piazza Grande, il secondo appuntamento a partecipazione libera per tutti di “Le stanze raccontano storie. Deinter e intoren a la Comuna”, con la Famiglia Pavironica. L’iniziativa ha l’obiettivo di raccontare alcuni episodi della storia di Modena all’interno delle Sale storiche del Palazzo Comunale di Modena, con la conduzione di Giancarlo Montanari e la partecipazione delle maschere modenesi Sandrone, Pulonia e Sgorghiguelo. Dopo il successo del primo incontro – che si è svolto sabato scorso nella Sala del Fuoco alla scoperta della storia della guerra di Mutina affrescata da Nicolò dell’Abate – il nuovo appuntamento racconterà della congiura estense del 1831 evocata attraverso i dipinti di Adeodato Malatesta che ritraggono il duca Francesco IV d’Austria Este e Ciro Menotti.

I Pavironici e Montanari – giornalista scrittore e cultore delle tradizioni dialettali – per articolare il loro racconto prendono le mosse dalla Sala di Rappresentanza del Palazzo Comunale illustrando i dipinti che vi sono esposti, per entrare poi nel tema della congiura di Ciro Menotti e del suo rapporto con il duca.

“Le stanze raccontano storie. Deinter e intoren a la Comuna” è un’iniziativa della Società del Sandrone (www.sandrone.net) con il Comune di Modena, promossa dal Servizio Turismo e Promozione della città. Per informazioni si può telefonare allo Iat (Ufficio informazioni e accoglienza turistica) di piazza Grande 14 al tel. 059 2032660 o sul sito web (www.visitmodena.it).