Modena, Cimiteri: Consigli ai visitatori per prevenire reati

Campagna di informazione a tutela dei cittadini che andranno a commemorare i defunti

MODENA – Nel periodo della commemorazione dei defunti la Polizia municipale di Modena, come di consueto, aumenta i servizi di pattugliamento con una presenza quotidiana e continuativa all’esterno e all’interno del cimitero di San Cataldo. Un incremento dei passaggi di pattuglie e controlli all’interno dei cimiteri è prevista anche a Baggiovara, Albareto, Saliceto Panaro, S. Maria di Mugnano, Portile e S. Donnino.

Il Comune ha inoltre predisposto una campagna di tutela e sicurezza nei confronti dei cittadini e di quanti visiteranno i propri cari nei cimiteri con lo scopo di fornire, attraverso la distribuzione di materiale informativo, consigli utili per la prevenzione di alcuni reati tipici di queste situazioni: per esempio, non lasciare oggetti di valore incustoditi mentre, magari, si va a prendere l’acqua per i fiori, oppure borse o buste della spesa visibili nell’auto parcheggiata all’esterno, oppure di segnalare persone sospette all’interno e all’esterno del cimitero e denunciare reati di cui si è testimoni.

Contestualmente viene distribuito anche il materiale informativo sul fondo di risarcimento per le vittime di reato, un servizio che il Comune ha istituito dal 2007 e che risarcisce le vittime di alcune fattispecie di reato.

Le informazioni sul servizio sono disponibili anche sul sito internet (www.comune.modena.it/politichedellesicurezze/sicurezza-urbana/prevenzione-dei-reati-e-aiuto-alle-vittime).

Quest’anno la campagna di informazione sarà potenziata grazie alla partecipazione e collaborazione dei volontari dell’associazione Narxis che si aggiungono a quelli di Vivere sicuri, e a quelli di City Angels, Gev, Ana, Gel, Anc, Anps, che svolgeranno anche un presidio informale dei luoghi e saranno riconoscibili dalle apposite pettorine o dalle specifiche divise delle associazioni.