Modena. Bilancio: da aree Peep entrate per 800 mila euro

È la previsione per il 2018 da cessioni di aree in diritto di superficie e da ‘riscatti’. Possibile cessione delle aree del Peep Negrelli 1, non si procederà in via della Pietra

Municipio-Comune-ModenaMODENA – Nel 2018 si prospettano entrate per poco più di 800 mila euro da previsioni di concessioni di aree in diritto di superficie ed entrate derivanti dai cosiddetti ‘riscatti’. E, come annunciato nel dibattito in corso rispetto alla realizzazione del nuovo comparto di edilizia residenziale Nuova Estense-Vaciglio, non si procederà alle attività volte all’attuazione del comparto dell’adiacente via della Pietra, su cui erano previste 224 abitazioni Peep.

È quanto definito dalla delibera sulle aree incluse nel Peep e nel Pip da cedere in proprietà o in diritto di superficie nell’anno 2018 che sarà discussa nel corso della seduta dedicata al Bilancio di previsione 2018-2020 in programma giovedì 22 febbraio.

Nel corso dell’anno 2018 potranno essere assegnate, per poco più di 400 mila euro di entrate, le aree del comparto Peep Negrelli 1 per la realizzazione di 59 alloggi in diritto di superficie a prezzi convenzionati. Tale corrispettivo non comprende gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria che chi svilupperà il comparto dovrà corrispondere per il rilascio dei permessi di costruire. Non sono invece previste nel corso dell’anno cessioni in proprietà né concessioni in diritto di superficie di aree e fabbricati da destinarsi ad attività produttive e terziarie (Pip). Dalla vendita della proprietà dei terreni di sedime e pertinenza di abitazioni Peep già realizzate, si prevede inoltre un’entrata di 400 mila euro attraverso il riscatto del diritto di superficie.

La delibera dà infine mandato agli uffici tecnici affinché venga fatta una completa ricognizione dello stato di attuazione del Peep al fine di adottare, nel corso del 2018, gli atti necessari alla conclusione della procedura avviata con l’Avviso pubblico del 2002 volto alla ricerca di soggetti attuatori cui concedere il diritto di superficie per l’attuazione del Piano per l’Edilizia economica e popolare vigente.