Modena, assegnati due locali a destinazione commerciale

comune di Modena logoPubblicati i bandi per l’affitto di uno spazio in via Riccoboni e di uno in via Pasteur

MODENA – Il Comune di Modena ha pubblicato i bandi per l’assegnazione di due locali a destinazione commerciale da dare in affitto per sei anni rinnovabili. Entrambi gli avvisi sono consultabili all’Albo Pretorio e sul sito istituzionale (www.comune.modena.it/bandi).

Si tratta di un locale di 117 metri quadrati di superficie commerciale al piano terra di un fabbricato in via Riccoboni 11, 13 e 15, in angolo con viale Tassoni, precedentemente di proprietà dello Stato e adibito a ufficio postale, acquisito dal Comune a titolo non oneroso nel 2014, insieme a una dozzina di altri immobili nell’ambito del processo di federalismo demaniale; e di uno spazio di 95 metri quadrati al piano terra di un edificio ubicato in via Pasteur 17, nel Quartiere Giardino a sud ovest di Modena, di proprietà comunale dal 1981. In entrambi i casi, i locali sono destinati ad attività commerciali, escluse quelle inerenti alla somministrazione di alimenti e bevande.

Le offerte dovranno essere consegnate a mano al Servizio Patrimonio del Comune, in via Santi 40, oppure tramite posta elettronica certificata all’indirizzo politichepatrimoniali@cert.comune.modena.it entro le ore 13 di venerdì 29 gennaio per lo spazio di via Riccoboni ed entro le 13 di martedì 2 febbraio per quello di via Pasteur. Possono partecipare alle selezioni i soggetti commerciali in forma di impresa, come ad esempio società, imprese e ditte individuali, e gruppi di operatori che dichiarino di impegnarsi a costituire una società tra loro in caso di aggiudicazione. I partecipanti potranno effettuare un sopralluogo presso i locali previo appuntamento con i tecnici del Servizio Patrimonio.

La scelta dell’assegnatario dei locali verrà effettuata valutando il canone più alto tra le varie offerte pervenute al rialzo sull’importo annuo a base di gara, che è di 10.800 euro per il locale di via Riccoboni e di 7.800 euro per quello di via Pasteur. L’Amministrazione si riserva la facoltà di valutare la congruità delle offerte pervenute e di non procedere ad alcuna assegnazione nel caso non siano ritenute convenienti. Procederà inoltre all’aggiudicazione anche nel caso pervenga una sola offerta, se vantaggiosa.

In entrambi i casi le spese condominiali e di gestione saranno a carico dell’affittuario dalla data di consegna delle chiavi. Il locale potrà essere consegnato al soggetto aggiudicatario in via anticipata per consentire gli allestimenti e il completamento delle opere di finitura. Tutte le modifiche e le migliorie che saranno apportate all’immobile dovranno essere concordate con l’Amministrazione.