Modena: Alla guida ubriaco e senza patente la vigilia di Natale

Sicurezza stradale, controlli della Polizia municipale nella notte tra venerdì e sabato. Su 42 conducenti, sei avevano tasso alcolemico superiore al consentito

Polizia municipaleMODENA – Sono continuati anche a ridosso del Natale i controlli della Polizia municipale di Modena nelle ore notturne, volti a contrastare la guida in stato di ebbrezza, un comportamento che oltre ad avere pesanti ripercussioni, anche penali, costituisce soprattutto un grave pericolo per gli stessi automobilisti e per tutti gli utenti della strada.

Nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 dicembre i controlli hanno interessato l’area tra Emilia Ovest, viale Virgilio e la zona Fiera. In particolare la pattuglia della Municipale si è posizionata fino alle 4.30 del sabato in via Ovidio vicino alla rotatoria di via Virgilio e ha sottoposto 42 automobilisti all’accertamento qualitativo preliminare per verificare la presenza di alcol nel sangue.

Otto persone, tutti uomini, risultati positivi, hanno successivamente fatto la prova con etilometro e, tra questi, sei avevano un tasso alcolemico superiore a 0,8 (il limite massimo consentito è di 0,5 e di 0 per i neopatentati).

In particolare, due conducenti sono risultati nella prima fascia individuata dall’articolo 186 del codice della strada (tra 0.5 e 0.8) quella per cui è prevista solo la sanzione amministrativa, oltre alla decurtazione dei punti e al ritiro della patente ai fini della sospensione. Gli altri quattro sono risultati nella seconda fascia che prevede la denuncia penale; uno di loro era anche privo di patente perché già revocata. All’uomo, un cittadino turco, gli agenti hanno quindi contestato anche la violazione dell’articolo 116 che prevede una sanzione di 5000 euro e il fermo del veicolo.

Nonostante i controlli siano avvenuti in zona fiera, la Municipale ha appurato che i conducenti positivi all’alcol test non provenivano dalla festa di Natale programmata a Modena Fiere dove invece c’era un gran via e vai di genitori che accompagnavano o recuperavano i figli.