Modena: “Alfabeto della parità”, contro le molestie sul lavoro

comune di Modena logoMercoledì 2 marzo, alle 17.45, in Galleria Europa, il secondo incontro del ciclo di seminari. Intervengono la consigliera di parità Rosa Amorevole e Roberta Mori

MODENA – Affronta il tema delle molestie sui luoghi di lavoro il secondo incontro del ciclo seminariale “Per un alfabeto della parità” in programma mercoledì 2 marzo, alle 17.45 alla Galleria Europa Renzo Imbeni, in piazza Grande 17 a Modena e aperto a tutti.

L’incontro prende il via dal libro autobiografico “Toglimi le mani di dosso”, scritto da una giornalista trentenne italiana e firmato con lo pseudonimo Olga Ricci, che racconta l’esperienza lavorativa in una redazione dove si è trovata a fare i conti con le avance moleste del direttore fino al momento in cui è stata costretta a rinunciare al suo impiego. A discutere delle relazioni di potere nei luoghi di lavoro e di una situazione di persistente disparità tra uomini e donne, che continuano a essere penalizzate a livello economico e sociale, saranno Rosa Amorevole, consigliera regionale di parità, che ha anche scritto il decalogo contro le molestie sul posto di lavoro che chiude il libro, e Roberta Mori, presidente della commissione per la Parità e i diritti delle persone dell’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna.

“Per un alfabeto della parità”, che ha ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo, prevede seminari, strutturati come brevi dialoghi (la conclusione è prevista per le 19) con studiosi ed esperti che, a vario titolo, hanno indagato i molteplici significati in cui il lessico della parità può essere declinato nella società odierna, prendendo spunto da pubblicazioni recenti. L’iniziativa è promossa dal Comune di Modena, in collaborazione con il Seminario permanente di Teoria del Diritto, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia e il Centro documentazione donna. Gli incontri saranno coordinati da Andrea Bosi, assessore alle Pari opportunità, Lavoro, Partecipazione del Comune di Modena.

Gli incontri successivi sono in programma mercoledì 16 marzo, sul tema “Corpi e stereotipi di genere”; il 23 marzo si parlerà di “Divario digitale” mentre nell’ultimo appuntamento, mercoledì 30 marzo, sarà affronterà il tema “Lavoro, cura, migranti”.