Categorie: Attualità Emilia RomagnaModena

Modena: accattonaggio, proventi sequestrati grazie a cittadino

Controlli della Municipale nelle aree del parcheggio di via del Pozzo e della Rotonda

MODENA – Sei persone sono state fermate dalla Polizia municipale nel corso di controlli anti degrado finalizzati, in particolare, a contrastare l’accattonaggio molesto e un cittadino ha collaborato con gli agenti a recuperare i proventi della questua molesta.

Anche giovedì 31 marzo, i servizi di controllo, che con sempre maggiore frequenza vengono effettuati dalla Municipale anche in abiti civili, si sono concentrati su due zone già interessate da diverse segnalazioni: nei pressi dell’ospedale Policlinico di via del Pozzo e del parcheggio del supermercato La Rotonda in via Morane.

Nel corso della mattinata i Vigili di Quartiere 3, in abiti civili, hanno prima fermato e allontanato ai sensi dell’articolo 8 del Regolamento di Polizia urbana quattro stranieri che bivaccavano nell’area verde in prossimità del self service dell’ospedale di via del Pozzo, tutti rumeni. Poi i controlli si sono concentrati nell’area del parcheggio dei vicini Poliambulatori dove sono stati identificati e allontanati due presunti parcheggiatori abusivi a cui è stata contestata la questua molesta ai sensi del Regolamento di Polizia urbana.

Infine, la medesima infrazione è stata contestata ad altri due stranieri, anche questi come tutti gli altri, di nazionalità rumena, in azione nel parcheggio della Rotonda dove un cittadino ha fornito indicazioni e collaborato con gli agenti a recupero dei proventi della questua, dieci euro che erano stati nascosti seppellendoli in un aiuola.

I controlli della Municipale sono disposti per tutelare i passanti da comportamenti che, seppur non concretizzino fattispecie di natura penale, hanno però ricadute pesanti sul senso di sicurezza delle persone e sulla vivibilità della città, soprattutto se attuati nei confronti di anziani, donne con bambini o comunque nei confronti di persone più vulnerabili. Da sottolineare che il cumulo delle identificazioni e dei provvedimenti amministrativi dà luogo a segnalazioni all’Ufficio Anticrimine della Questura, competente a emettere provvedimenti giudiziari come il foglio di via obbligatorio, una misura resa possibile anche per i cittadini europei.

Articoli recenti

Parma lancia il City of Gastronomy Festival: il 2 e 3 giugno arriva il primo giro del mondo di sapori e saperi fra le città creative dell’UNESCO

In piazza Garibaldi e in piazza Ghiaia un fine settimana di show cooking e demo d’autore con chef da sei…

2 ore passati

“AbitiAmo il nostro Quartiere” per Barco e Pontelagoscuro

Giovedì 31 maggio alle 14.30 al Teatro Cortazàr a Pontelagoscuro (via Ricostruzione 40) FERRARA - Giovedì 31 maggio 2018 dalle…

2 ore passati

“Pic-nic in Arte” a CavaRei

Sabato 26 maggio torna la festa di primavera al Parco Pubblico di via Bazzoli. Giochi e animazione per bimbi e…

1 giorno passati

Provincia di Modena: Circuito del Frignano, corsa in montagna, dieci eventi in estate, dal 26 maggio

MODENA - Parte sabato 26 maggio, con il prologo della "Prignano run" a Prignano, la nona edizione del Campionato provinciale…

1 giorno passati

Venerdì 25 maggio Candi e De Vico all’evento conclusivo del progetto “I Primi Fanno Gioco Di Squadra” promosso da Reggiana Gourmet

REGGIO EMILIA - Anche nella stagione sportiva 2017/2018 Reggiana Gourmet, azienda presente nel pool dei sostenitori del club e co-sponsor…

1 giorno passati

La Notte de “Il Terzo Giorno” di sabato 26 maggio

PARMA -  Gruppo Davines e Comune di Parma uniti per dare vita ad un evento diffuso e immersivo che coinvolgerà…

1 giorno passati
L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Cookie

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice