Modena, Con la variazione di bilancio più risorse per le scuole

Nel triennio salgono a oltre 7 milioni di euro i lavori per le certificazioni prevenzione incendi. Nuovo documento sul Programma acquisti di beni e servizi

comune di Modena logoMODENA –  Maggiori risorse per gli interventi necessari alla certificazione prevenzione incendi nelle scuole (complessivamente sette milioni e 300 mila euro nel triennio, con un aumento rispetto alle previsioni di oltre quattro milioni), oltre un milione di euro per la ristrutturazione dell’ex Penthatlon nell’ambito dei lavori sul liceo Sigonio, mezzo milione per avviare entro l’anno gli interventi sulle riconnessioni della cosiddetta Diagonale e un altro mezzo milione per la riqualificazione della Sala delle Monache nel complesso del San Paolo, nell’ambito degli interventi di restauro finanziati con i contributi del sisma.

Sono tra le principali novità della terza variazione al Bilancio del Comune di Modena illustrata ieri, giovedì 21 luglio, al Consiglio comunale dall’assessora al Bilancio Ludovica Carla Ferrari insieme al documento sullo Stato di attuazione dei programmi.

Il valore della variazione è complessivamente, per il 2016, di 186 mila euro sulla parte corrente e di un milione e 824 mila su quella in conto capitale (compresi gli storni). Una parte dei nuovi investimenti è resa possibile dalla rimodulazione del Piano triennale.

Tra le novità, il nuovo documento di prospetto sull’acquisto di beni e servizi previsto dalla Legge di Stabilità 2016. Il Programma è biennale e riporta le voci già previste in bilavista per il 2016, prevede gli adeguamenti dovuti al passaggio di tre scuole d’infanzia alla Fondazione Cresciamo e i contributi regionali sul trasporto pubblico (59 mila euro per le agevolazioni tariffarie), quelli statali sul progetto Sprar per i minori stranieri non accompagnanti (197 mila euro) e risorse per la partecipazione al progetto Mobiplan, sulla mobilità sostenibile, finanziato con contributi statali e fondi Ue per circa 140 mila euro nel triennio.