“Barock Street Sound”, la musica classica nel centro storico di Modena

Estate modenese, domenica 10 luglio alle 19.30 sul sagrato di S. Barnaba, via Carteria

Ensemble Italico SplendoreMODENA – Quanto rock c’è nella musica classica? La domanda se l’è posta l’associazione culturale modenese “Italico Splendore”, autodefinitasi Ensemble storicamente informato. E risponderà in musica domenica 10 luglio alle 19.30 sul sagrato della bella chiesa di San Barnaba in via Carteria a Modena.

È lì, infatti, che si svolge il concerto “Barock Street Sound”, a partecipazione libera e gratuita, nell’ambito dell’Estate modenese promossa dal Comune con il sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena e Gruppo Hera.

Con “Barock Street Sound” – spiegano gli organizzatori – la grande musica scende per strada e fa risuonare i portici e i vicoli del centro storico della città. Un modo nuovo, informale, facile di seguire un concerto e di scoprire, appunto, quanto Rock ci sia nella musica classica.

Nel programma musicale, intitolato “I tesori di Modena Estense”, si annunciano le esecuzioni di “La Sessi”, “La Graziani”, “La Rangoni” e “La Scalabrina”, ovvero capricci e sonate della Modena barocca.

Le Sonate a due violini, Violoncello, Tiorba e Clavicembalo sono affidate all’Ensemble Italico Splendore, formato da Claudio Andriani e Micol Vitali, Violini; Alesandro Andriani, Violoncello; Fabiano Merlante, Tiorba, Arciliuto e Chitarra Barocca; Mario Sollazzo, Clavicembalo.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Parrocchia di Sant’Agostino e l’associazione musicale “Il Picchio”.

Il prossimo appuntamento con Italico Splendore è in programma mercoledì 20 luglio alle 19.30 sempre sul sagrato di San Barnaba in via Carteria a Modena. Titolo del concerto, un viaggio musicale in compagnia di un violoncello e di una chitarra, è “Bach è Bach! Ma gli altri son mica da meno”.

Per informazioni: direzione artistica Alessandro Andriani, cell. 340 7165945 (www.italicosplendore.com). Il programma dell’Estate modenese è on line (www.comune.modena.it/estate2016 – www.visitmodena.it).