Modena: Lumen, il contastorie Bertarini racconta l’ittiofago

comune di Modena logoSabato 11 giugno alle 21 dai Musei del Duomo alla Galleria civica narrazione sulle creature fantastiche raffigurate nelle metope. La mostra di Migliori chiude il 12 giugno

MODENA – Lo sguardo di un bambino del medioevo davanti alle raffigurazioni di mostri e creature ai confini del mondo conosciuto. Questo lo spunto per l’ultima iniziativa pubblica per adulti e bambini nell’ambito della mostra “Nino Migliori. Lumen. Leoni e metope del Duomo di Modena” allestita fino al 12 giugno in Sala Grande alla Galleria civica di Modena a Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103.

Sabato 11 giugno alle 21 la narrazione condotta dal contastorie Marco Bertarini è intitolata “L’uomo dai lunghi capelli, l’essere a tre braccia, l’ittiofago… Storie fantastiche di popoli che abitano i margini del globo terrestre”.

Dal cortile dei Musei del Duomo, in via Lanfranco, dove sono custodite le metope originali che erano ornamento dei contrafforti della cattedrale, Bertarini guiderà il pubblico attraverso suggestioni e meraviglie ispirate dalle fantastiche creature delle metope, lette attraverso lo sguardo di un bambino del medioevo.

Come spiega il contastorie “le fantastiche creature rappresentate nelle otto metope del Duomo ci ricordano la varietà multiforme degli esseri viventi che gli antichi erano convinti abitassero il globo terrestre e si pensava, comunque, che nessuno di questi fosse escluso dalla grazia divina. Con curiosità ci avvicineremo a esseri a tre braccia, folletti dai piedi rovesciati, sirene, draghi, mangiapesce… Ascoltare le loro arcaiche storie, miti e leggende, a volte mai sentiti, ci permetterà di conoscerne l’origine, le stranezze e le loro bizzarre abitudini”.

Ci si sposterà poi, guidati dalla voce di Marco Bertarini e dal flauto di Simone Mangialavori, fino a Palazzo Santa Margherita, dove la narrazione si concluderà accanto alle suggestive fotografie di Migliori.

La serata (a partecipazione gratuita e senza prenotazione) conclude le iniziative realizzate in collaborazione tra Civetta, area didattica della Galleria civica, e LaboraDuomo, laboratori didattici dei Musei del Duomo. Per l’occasione le mostre a Palazzo Santa Margherita (compresa al Museo della Figurina “80-90. L’invasione dei Robot”) rimarranno aperte a orario continuato fino alle 23. In caso di maltempo la narrazione si terrà, sempre a partire dalle 21, nella Sala grande della Galleria civica. Alla serata collabora l’Istituto Musicale “Vecchi – Tonelli” di Modena.

La mostra “Nino Migliori. Lumen. Leoni e metope del Duomo di Modena”, è realizzata in collaborazione con Musei del Duomo, e Coordinamento Sito Unesco. È visitabile gratuitamente venerdì dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19.30; sabato a orario continuato dalle 10.30 alle 23, domenica 12 giugno dalle 10.30 alle 19.30.

Le Metope originali sono visibili ai Musei del Duomo, via Lanfranco 6, da martedì a domenica 9.30 – 12.30 e 15.30 – 18.30. Lunedì chiuso.

Ingresso ridotto (3 euro) presentando il biglietto rilasciato in sede di mostra.

I leoni stilofori fotografati da Migliori sono visibili in Duomo da martedì a domenica dalle 7 alle 19; lunedì dalle 7 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.