M’illumino di meno: Mutina si scopre coi riflessi del tempo

riflessi nel tempoVenerdì 23 febbraio alle 18, 19.30 e 21, alla mostra al Foro Boario, i “Guardiani del tempo” guidano nell’oscurità lungo 2.200 anni di storia. Prenotazione obbligatoria, costo 7 euro

MODENA – Prenotazione d’obbligo (a mostra@mutinasplendidissima.it o al tel. 370 3234539) per partecipare all’appuntamento di venerdì 23 febbraio “Riflessi nel tempo”, nell’ambito della mostra “Mutina splendidissima. La città romana e la sua eredità” che fino all’8 aprile al Foro Boario di via Bono da Nonantola racconta le origini, lo sviluppo e il lascito che la città romana ha trasmesso alla città moderna, in occasione delle celebrazioni dei 2200 anni dalla fondazione.

Per la rassegna “Mutinalive” alle ore 18, 19.30 e 21 si potrà assistere allo spettacolo itinerante con il quale la mostra aderisce a “M’illumino di meno”, campagna di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile a cui aderisce anche il Comune di Modena, promossa da Caterpillar, programma di Radio2 Rai.

Nei tre turni previsti (ognuno dura circa un’ora e partecipare costa 7 euro, ridotto 3, ingresso alla mostra compreso) tutta l’esposizione al Foro Boario sarà immersa nell’oscurità e svelata a poco a poco da “guardiani del tempo” che condurranno in un suggestivo percorso fra bagliori di luce, parole, esperienze sensoriali.

Sarà così il tempo a scandire la mostra tra passato e presente, con la time capsule alla fine del percorso che getta un ponte verso il futuro, quando i cittadini modenesi del 2099, celebrando i 1000 anni dalla posa della prima pietra del Duomo, la potranno riaprire e scoprire i messaggi che i cittadini di oggi le hanno affidato.

E i guardiani del tempo hanno fatto tesoro dei messaggi che hanno permesso di raccontare 2200 anni di storia e raccolgono quelli della contemporaneità. Perché di questo è fatta la storia: messaggi, testimonianze, memorie da custodire, scoprire e interpretare anche quando solo un filo di luce li illumina.

Lo spettacolo è a cura di Musei civici e Crono Eventi, direzione artistica di Tony Contartese, con Angelo Argentina, Saverio Bari, Fabio Ferretti, Marco Marzaioli.

Il weekend prosegue con altre iniziative di “Mutinalive” sabato e domenica.

Sabato 24 febbraio alle 16.30 ai Musei civici di Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino (terzo piano, Sala Crespellani) Marco Cavalieri, dell’Università di Louvain (Belgio), parla di “Monumenti funerari a edicola nel mondo romano. Un fenomeno di ellenizzazione e romanizzazione” (partecipazione libera e gratuita).

Domenica 25 febbraio ore 11 al Foro Boario si svolge “Il panino passa alla storia”, degustazioni e racconti di Daniele Reponi (partecipazione e visita mostra a 7 euro, prenotazione obbligatoria mostra@mutinasplendidissima.it tel. 370 3234539).

Sempre domenica 25 febbraio alle 16.30 ai Musei civici di Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino (terzo piano, Sala Crespellani) Elisabatta Farioli e Roberto Macellari, dei Musei civici di Reggio Emilia, presentano la mostra da loro curata a Reggio “On the road. via Emilia 187 a.C.” (partecipazione libera e gratuita).

“Mutina splendidissima” è a cura di Musei civici di Modena e Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Bologna con sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena e Regione Emilia – Romagna e patrocinio di Università di Modena e Reggio Emilia.

La mostra è visitabile fino all’8 aprile 2018 da martedì a giovedì 9-14; venerdì 9-22; sabato, domenica e festivi 10-19; lunedì chiuso, aperto il 25 dicembre, 1 gennaio 16-20. Biglietti: intero € 10; ridotto € 7 e 5. Gratuito la prima domenica di ogni mese. Informazioni sul sito web (www.mutinasplendidissima.it).