“Metti una sera a Formignano…” due serate di musica e balli popolari

Venerdì 29 e sabato 30 luglio, ore 21 – Ex villaggio minerario (via Formignano, località Pedrizzo)

logo-comune-cesenaCESENA – Il villaggio minerario di Formignano torna ad animarsi con “Metti una sera a… Formignano”, mini-rassegna musicale in programma per venerdì 29 e sabato 30 luglio. A promuoverla la Società di ricerca e studio della Romagna mineraria e l’Auser in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Cesena.
Si comincia venerdì 29 luglio, dalle ore 21, con Stefano Nanni e la sua band con lo spettacolo “Note di Notte: canzoni alla vecchia Miniera. Il gruppo, capitanato da Stefano Nanni al pianoforte e composto da Gianluca Nanni (batteria), Giorgio Fabbri (basso), Paola Fabris (voce) e Lele Saraceno (voce), è protagonista di “Metti una sera a Formignano” fin dalla sua prima edizione, e torna anche quest’anno con un repertorio rinnovato.

Sabato 30 luglio, sempre alle 21, sarà di scena il Gruppo Balli Popolari Auser Cesena, che eseguirà danze della tradizione romagnola, e non solo.
Ad accompagnare i ballerini sarà il duo Roberto Bucci (violino) e Marina Valli (chitarra), con il suo repertorio di balli ‘saltati’ e brani di liscio antico.

In entrambe le serate, il villaggio sarà aperto dalle ore 19.30 e saranno presenti uno stand gastronomico e il chiosco di gelati, dove si potrà gustare la specialità “moretto del minatore” .

Ingresso gratuito.

La manifestazione sarà anche l’occasione per ricordare due tragedie minerarie avvenute 60 anni fa: proprio a Formignano il 4 agosto 1956 morirono i minatori Velio Benvenuti, Amedeo Rossi ed Eugenio Rossi; pochi giorni dopo, l’8 agosto, a Marcinelle in Belgio, persero la vita 262 minatori, di cui 136 italiani (fra loro anche Terzo Gallinucci di Mercato Saraceno).

Per maggiori informazioni www.minieraromagna.it – www.ausercesena.it :