Messa e distintivo per la festa della Polizia Municipale di Modena

tuttiDopo la celebrazione, la consegna del riconoscimento agli agenti in servizio al ModenaPark, rappresentati una ventina delle polizie locali giunte da fuori città

MODENA – Sabato 20 gennaio la Polizia municipale di Modena ha celebrato la festa del patrono, San Sebastiano. Le autorità civili e militari hanno partecipato alla Santa Messa officiata nella Chiesa Gesù Redentore. Oltre al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e alla presidente del Consiglio Francesca Maletti, erano presenti tra gli altri il prefetto Maria Patrizia Paba, il procuratore capo Lucia Musti, il questore Filippo Santarelli, il comandante della Guardia di Finanza Pasquale Russo, oltre ai Comandanti provinciali dei Corpi di Polizia municipale e rappresentanti dell’Accademia militare di Modena.

BBSC3733Al termine della celebrazione, è stata letto il messaggio inviato nell’occasione dal prefetto che, oltre a evidenziare “lo sforzo costante della Polizia municipale per garantire e migliorare gli standard di sicurezza”, ha sottolineato come “una chiara visione delle problematiche, un solido impianto di coesione e collaborazione istituzionale, una concreta capacità di fare squadra nel perseguimento dell’interesse generale, nel rispetto delle competenze di ciascuno sono fattori cruciali per lo sviluppo delle politiche di sicurezza”.

BBSC3671Dopo l’intervento del sindaco Gian Carlo Muzzarelli che ha ringraziato tutte le donne e gli uomini del Corpo, la cerimonia si è spostata al Comando, dove il comandate della Polizia municipale Franco Chiari ha consegnato un’attestazione di riconoscenza dell’amministrazione agli operatori della municipale intervenuti nello svolgimento dei servizi in occasione di ModenaPark.

Oltre ad averlo consegnato al sindaco, il Comandante ha simbolicamente appuntato il fregio distintivo con la dicitura “Polizia Municipale di Modena” e il logo “MODENAPARK 01 07 17” all’uniforme della vicecomandante Patrizia Gambarini, in rappresentanza di tutti gli operatori di Modena in servizio in quell’occasione, e ai 20 rappresentanti, presenti, dei 27 Comandi che “si sono adoperati nella gestione delle attività richieste in perfetta sinergia con gli appartenenti al Corpo di Polizia Municipale di Modena”.

BBSC3870Si tratta dei Corpi di Polizia Locale di Milano, Bologna, Reggio Emilia, Ravenna, Cesena (FC), Cesenatico (FC), Casalecchio di Reno (BO), San Lazzaro di Savena (BO), Cento (FE), Cavezzo (MO), Sassuolo (MO), del Corpo intercomunale di Riccione-Cattolica-Misano Adriatico-Coriano, della Polizia Municipale del Nuovo Circondario Imolese, del Corpo di Polizia Municipale Terre Estensi (Ferrara, Voghiera, Masi Torello), del Corpo di Polizia Municipale Unione Bassa Reggiana (Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Novellara, Poviglio, Reggiolo), del Corpo di Polizia Municipale Unione Comuni Pianura Reggiana (Campagnola Emilia, Correggio, Fabbrico, Rio Saliceto, Rolo, San Martino in Rio), del Corpo Unico Intercomunale Unione Tresinaro Secchia (Baiso, Casalgrande, Castellarano, Rubiera, Scandiano, Viano, Terra del Boiardo), del Corpo di Polizia Municipale Unione dei Comuni Bassa Romagna (Bagnacavallo, Lugo, Alfonsine, Massa Lombarda, Conselice, Cotignola, Fusignano), del Corpo Unico Polizia Municipale Unione dei Comuni della Romagna Forlivese (Forlì, Bertinoro, Forlimpopoli, Castrocaro Terme e Terra del Sole), del Corpo di Polizia Municipale Unione dei Comuni Valli e Delizie (Argenta, Ostellato, Portomaggiore), del Servizio Intercomunale Val di Taro (PR), del Corpo di Polizia Municipale Unione della Romagna Faentina (Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme, Solarolo), del Servizio associato Valnure Valchero (PC), della Polizia Provinciale di Modena, del Corpo di Polizia dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord (Ucman), della Polizia Municipale Unione Terre di Castelli, della Polizia Municipale Unione Terre d’Argine, della Polizia Municipale Unione Intercomunale Terre D’Acqua (Anzola, Calderara di Reno, Crevalcore, Sala Bolognese, Sant’Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto).