Maratona di lettura, quattro libri per quattro piazze

Maratona di lettura sognalibro 220416 004Bambini e ragazzi di scuole d’infanzia, primarie e centri diurni hanno partecipato alla Maratona di Lettura organizzata dal Sognalibro. Presente anche l’assessore Cavazza

MODENA – Il piacere di leggere e di ascoltare. I bambini di alcune scuole primarie e d’infanzia della città, oltre che di un centro diurno per disabili, l’hanno provato e fatto ricordare anche agli adulti portando, per alcune ore, libri e insegnanti fuori dalle classi per un’insolita Maratona di Lettura in centro storico.

L’iniziativa, promossa dal servizio del Comune di Modena Il Sognalibro, si è svolta nella mattinata di venerdì 22 aprile e ad alcune tappe del percorso ha preso parte anche l’assessore alla Scuola Gianpietro Cavazza.

La Maratona di Lettura ha preso il via da piazzale S. Francesco e fatto tappa anche in corso Duomo, sul sagrato della Cattedrale, in piazza Grande e infine in piazza XX Settembre. Vi hanno partecipato in oltre 120 tra bambini, ragazzi, genitori, educatori e insegnanti. Protagoniste sono state le pagine di alcuni classici per bambini, come “Elmer l’elefante variopinto”, “Io sono così” e “Quante gocce in città” e i testi di “Mi piaccio così” scritti dai bambini. In particolare, hanno partecipato, come lettori o come uditori, gli alunni di terza della scuola primaria Sant’Agnese, i bimbi delle sezioni 5 anni delle scuola d’infanzia Forghieri e Sant’Antonio, gli alunni della scuola elementare Galileo Galilei, il gruppo A.T.L. Anffas Modena, il centro diurno L’Aquilone di Casinalbo, i centri diurni Nontiscordardime e Fossetta di Sassuolo, il centro diurno Iride di Modena.

Il Sognalibro è un servizio rivolto ai lettori più piccoli con lo scopo di promuovere la motivazione a leggere, la costruzione nei bambini di un’identità di lettore, lo svilupparsi di competenze specifiche per la lettura e la valorizzazione nell’adulto del ruolo di promotore della lettura. Il servizio valorizza il libro come strumento di accompagnamento alla crescita del bambino fornendo strategie d’uso per famiglie e insegnanti. Offre attività di consulenza e prestito ed è a disposizione di tutti i servizi per l’infanzia, nidi e scuole d’infanzia, scuole primarie, enti e strutture che si occupano di bambini e adulti disabili, di famiglie e genitori. In collaborazione con scuole e servizi, elabora e realizza progetti di lettura e di formazione, mentre nell’ambito dei progetti d’integrazione, oltre alla consulenza agli operatori, organizza attività con gli utenti dei servizi per disabili attraverso vari tipi di laboratori espressivi.