Maltempo: il Comune di Rimini attiva i servizi per la tutela della popolazione e del territorio

_palazzo-del-municipio-riminiRIMINI – In ordine all’ondata di maltempo che potrebbe colpire il territorio comunale, il Comune di Rimini ha attivato i servizi programmati volti a tutelare la sicurezza e la viabilità nonché la popolazione, specie delle fasce più deboli.

L’Agenzia regionale per la protezione civile e la sicurezza territoriale ha infatti attivato un’allerta gialla (fase di attenzione) che interessa tutte le province dell’Emilia-Romagna, valida fino alle ore 12 di sabato per neve, vento, stato del mare, ghiaccio e pioggia che gela.

La perturbazione interesserà l’Emilia-Romagna, quando un afflusso di aria calda in quota e la contemporanea presenza di uno strato freddo al suolo che potrà determinare condizioni di pioggia che gela sulle zone di pianura e nelle valli specie tra le province di Parma e Bologna – Ferrara, mentre oltre i 1200 metri di quota sono previste deboli nevicate. Precipitazioni che si sposteranno verso ovest e tenderanno a divenire nevose fino in pianura anche nelle macroaree in cui è compreso il territorio riminese. Previsti anche forti venti sulla costa, con raffiche fino a 80 km/h e vento medio di 60 km/h e mare molto mosso al largo.

Massima è quindi l’allerta delle strutture comunali per fronteggiare l’eventuale ondata di maltempo, così come prevede il Piano neve.

Già nei giorni scorsi, con l’abbassamento delle temperature, sono entrati una decina di volte in azione nel cuore della notte i mezzi spargisale d’Anthea. Un’azione preventiva, prevista dal piano d’intervento predisposto dal Comune di Rimini e attuato da Anthea in caso di neve e gelate, che si è concentrata sui luoghi più delicati della viabilità, come le rotatorie, i sottopassi, i cavalcavia, ed anche nelle aree di mercato.

Il Piano neve predisposto dal Comune di Rimini ha nella Polizia municipale e in Anthea, la società in house a cui è affidato il servizio, i suoi caposaldi operativi. Tutti i terzisti sono in reperibilità e con preallarme hanno l’obbligo di intervenire entro un’ora in caso di necessità. Il Piano neve può infatti contare sull’attivazione di 17 mezzi spazzaneve operanti nell’area urbana e di 16 per la zona collinare oltre la statale Adriatica, affiancati da otto mezzi spargisale per l’azione specifica contro il gelo. Un numero di mezzi che può crescere seguendo esigenze che si manifesteranno sul territorio. Di circa 300 Tonnellate è la scorta di sale di cui il Comune di Rimini dispone.

Le azioni previste da Piano neve sono coordinate da un Centro di Comando operativo a cui partecipano tutti i responsabili dei settori coinvolti. Inizialmente si interviene nella viabilità principale e successivamente nelle strade laterali. Particolare attenzione alla salvaguardia delle scuole, presso cui è già stato distribuito del sale in sacchi di più rapido utilizzo, e gli edifici pubblici. Stretta la sinergia operativa col servizio pubblico di trasporto e in particolare con Start Romagna.

Sul fronte sociale, il Comune di Rimini ha predisposto azioni per la tutela delle fasce più deboli della popolazione come gli anziani e i senza fissa dimora.

Il nucleo fragilità a sostegno della popolazione anziana ha infatti predisposto, in previsione del periodo più freddo dell’anno (analogamente a quanto succede in quello più torrido estivo) un piano di assistenza agli anziani soli e con maggiori difficoltà. Oltre ad un potenziamento dei contatti telefonici per il monitoraggio dei bisogni, è stata predisposta una mappatura delle criticità, funzionale per la realizzazione del “piano mezzi attrezzati” per rendere possibile anche in caso di nevicate intense il raggiungimento ed il trasporto degli anziani, tramite la collaborazione con la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco.

Per i senza fissa dimora già da giorni è attiva in strada la rete di solidarietà e sostegno creata in collaborazione con Caritas, Associazione Papa Giovanni XXIII e Croce Rossa Italiana, insieme alle opportunità offerte da privati ed altri organismi di cooperazione. Un’attività quotidiana di cui è programmato il potenziamento per il previsto peggioramento meteo.

Sono quasi duecento i posti letto attualmente impegnati. Le unità di strada hanno potenziato il monitoraggio quotidiano della stazione, delle strade e delle piazze di Rimini, per mappare e offrire sostegno di emergenza immediato, pasti caldi ed eventuale supporto medico. Potenziati i turni delle unità d’intervento, anche con l’ausilio del camper con medico a seguito gestito dalla Croce Rossa. Per chi decide di non abbandonare i propri rifugi di emergenza è comunque attiva l’assistenza per garantire coperte, indumenti, pasti e bevande calde. Alcune stanze dell’albergo sociale sono già impegnate e altre predisposte per ospitare chi dorme in strada.

Si ricorda inoltre che in caso di neve – pioggia che gela l’Agenzia regionale per la protezione civile si raccomanda di informarsi sulle condizioni di circolazione stradale e se possibile usare i mezzi di trasporto pubblici; di limitare/evitare gli spostamenti, in caso di necessità, utilizzare le necessarie misure di salvaguardia quali catene, torcia, coperte ed acqua potabile in auto e seguire con attenzione la segnaletica stradale, anche temporanea; assicurarsi preventivamente delle generali condizioni di stabilità del veicolo, e moderare la velocità aumentando la distanza di sicurezza; in caso di vento si raccomanda ai gestori di attività all’aperto di sistemare e fissare le strutture più esposte; per lo stato del mare si raccomanda di non accedere a moli e dighe foranee.