Malori in casa: due cesenati soccorsi da Polizia Municipale, da Vigili del fuoco e dal 118

Polizia municipaleCESENA – Nei giorni scorsi due persone colpite da malore nella loro abitazione sono state soccorse grazie all’intervento congiunto di Polizia Municipale, Vigili del Fuoco e del 118.

Il primo episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di lunedì in via Scevola Riceputi, dove la Pm è intervenuta in supporto al 118 ed ai Vigili del Fuoco per verificare la situazione di un’anziana caduta in casa.

Per fortuna, alla fine, la brutta avventura si è conclusa solo con tanta paura per l’ottantaseienne signora che alla fine è stata medicata sul posto dal personale sanitario.

Molto più grave il secondo episodio, verificatosi nei giorni successivi, quando gli agenti della Pm sono stati chiamati per una consistente perdita d’acqua proveniente da un appartamento Acer di Piazzetta Saladini.

Arrivati sul posto, gli agenti hanno scoperto che la perdita d’acqua proveniva dall’abitazione di un uomo di 68 anni con problemi di salute che vive da solo e che non si vedeva da qualche giorno.

Sulla base di queste informazioni, la Pm ha richiesto l’intervento urgente non solo dei Vigili del Fuoco, ma anche del 118.

In breve tempo i vigili del fuoco sono riusciti a forzare le imposte e ad entrare nell’appartamento, dove hanno trovato l’uomo immobilizzato in bagno. Lo hanno, quindi, messo in sicurezza per farlo uscire dall’abitazione e poi lo hanno affidato alle cure del personale sanitario già sul posto che lo ha poi trasferito all’ospedale Bufalini. L’anziano è stato ricoverato perché gravemente disidratato e in stato confusionale.

In questo caso, si può dire che l’intervento è arrivato appena in tempo: sembra, infatti, che l’uomo si trovasse immobilizzato e impossibilitato a chiamare i soccorsi da ben quattro giorni. Non è chiaro se la perdita d’acqua sia stata causata involontariamente oppure sia stato il tentativo disperato dell’uomo per richiamare l’attenzione.

“Episodi come questi – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – indicano con evidenza quanto siano fragili gli anziani soli e quanto sia necessario mantenere attorno a loro una rete di rapporti solidali, e ci confermano l’importante ruolo affidato alle forze dell’ordine di tutela della sicurezza dei cittadini, declinata in tutte le sue forme. In questi due casi, per fortuna, l’intervento congiunto di Pm, 118 ed Vigili del Fuoco ha permesso una conclusione positiva, e desidero ringraziarli per l’attenzione ed il coraggio dimostrati. Ma anche per avere dimostrato, con il loro intervento, l’ottima capacità di interazione tra le forze che agiscono in città”