Maggio, un mese contro le discriminazioni e l’omofobia

comune di Modena logoIn occasione del 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, un calendario di eventi con photo contest, convegni, cinema, teatro e un flash mob

MODENA – Un photo contest sul tema “Tutti diversi ma uguali”, un convegno su generi e media, proiezioni di film, spettacoli teatrali, presentazioni di libri e un flash mob contro l’omofobia. Sono le iniziative contro le discriminazioni e l’omofobia in programma a Modena nel mese di maggio sotto lo slogan “Siamo tutti uguali/diversi” per accompagnare e seguire la giornata internazionale contro l’omofobia, indetta dall’Unione europea, che si celebra martedì 17 maggio.

Il programma è promosso dal tavolo di lavoro Lgbt, coordinato dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Modena e al quale partecipano le associazioni Arcigay Modena, Famiglie Arcobaleno, Moregay, Agedo, Rete genitori Rainbow e Cgil.

“La giornata internazionale contro l’omofobia – spiega Andrea Bosi, assessore alle Pari opportunità del Comune di Modena – rappresenta, oggi più di ieri, un’occasione importante per lanciare un messaggio forte a tutti: che le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale purtroppo esistono anche in Italia e sono da combattere ogni giorno. Per questa ragione insieme alle associazioni abbiamo deciso di non limitarci a una sola giornata di riflessione ma di estendere le iniziative di sensibilizzazione a tutto il mese di maggio con l’obiettivo di diffondere il più possibile il messaggio che Modena non accetta alcun genere di discriminazione e che la promozione della promozione della cultura dell’uguaglianza è una priorità”.

Il calendario delle iniziative si è aperto con “Tutti diversi ma uguali”, il concorso fotografico sui social media rivolto ai giovani fino ai 26 anni nel quale i partecipanti potranno esprimere liberamente la propria creatività per dare forma e vita al tema “All different but equal”, cioè che tutti sono unici e tutti hanno diritto alla stessa dignità e a essere se stessi. Le foto devono essere inviate entro il 26 maggio per posta elettronica all’indirizzo presidenza@arcigaymodena.org. È possibile anche pubblicarle direttamente sull’evento con l’hashtag #tuttidiversimauguali e i contatti di riferimento. La premiazione è in programma per il 29 maggio.

Mercoledì 4 maggio, al dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in via San Geminiano 3, alle 12 si terrà il convegno “Generi e media: tra costruzioni sociali e forme della comunicazione”, promosso da Elsa More, la delegazione modenese dell’European law students’ association. Domenica 8 maggio, al parco Ferrari, dalle 12 alle 18 si svolgerà la Festa delle famiglie, aperta a tutte le famiglie, tradizionali e non.

Da venerdì 13 a domenica 15 maggio è in programma la rassegna “ZE – Zone eterogenee – Festival spettacolare Lgbti” che si svolgerà al teatro Drama di via Buon Pastore 57 con due spettacoli ogni giorno, uno alle 18 e uno alle 21.30 e, tra l’uno e l’altro il “Cosmo aperitivo”, l’aperitivo Lgbti friendly, approntato da Arcigay per tutti i partecipanti. La rassegna si apre, venerdì 13, con la presentazione del libro “Almeno il cane è un tipo a posto”, storie di ragazzi che vivono sulla loro pelle bullismo, omofobia e diversità, scritto da Lorenza Ghinelli che interverrà alla presentazione. Alle 21.30 lo spettacolo “Suor Melodia”, a cura di Mikamale teatro. Sabato 14, alle 18, proiezione del video “Chris e Mil – un amore transessuale”, tratto dal programma Boat di Pif, e alle 21.30lo spettacolo teatrale “Per una donna” a cura di Atir, Teatro Ringhiera. Domenica 15, alle 18, la rappresentazione teatrale di “Mi chiamo Egon – Diario di un transessuale”, a cura di Laura Rossi ed Egon Botteghi. Per finire, alle 21.30, spettacolo semiserio su coming out, omosessualità e omofobia con Carlo Gabardini.

Lunedì 16 maggio, alle 10.30, alla Camera del Lavoro la firma del protocollo d’intesa tra associazioni Lgbt e Cgil Modena sulla promozione dei diritti nei luoghi di lavoro e tutela contro la discriminazione omofobica.

Martedì 17 maggio, per celebrare la giornata contro l’omofobia, in tutti i dipartimenti universitari e negli spazi del Comune saranno affissi triangoli rosa di carta, ognuno contenente una storia di omofobia avvenuta in Italia. Nell’aula magna dell’Università, alle 17, saranno ripresentati i risultati della ricerca su omofobia e sessismo a Modena, realizzata dal Comune di Modena nel 2015, e alle 21, al cinema Astra, sarà proiettato gratuitamente il film “Pride”.

Sabato 21 maggio,dalle 17 alle 22, test day e sensibilizzazione per la prevenzione dell’Hiv e, sempre alle 17, in piazza Mazzini, flash mob contro l’omofobia.

Infine, domenica 29 maggio, alle 19, nell’ambito di Biblioteca vivente@Stuzzicagente, la premiazione del photo contest.