Masterpieces from art to design dal 5 marzo a Rimini

Roberto Semprini

L’inaugurazione sabato alle ore 18.30 presso il palazzo dell’ Arengo

RIMINI – Si apre sabato 5 marzo 2016 nella sala dell’ Arengo, presso il palazzo dell’ Arengo di Rimini con l’inaugurazione alle ore 18,30, la mostra culturale “Masterpieces from art to design“ realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Rimini. Saranno presentati alcuni prodotti di design tra più significativi del lavoro di Roberto Semprini quale parte del repertorio delle più interessanti ricerche artistiche contemporanee.

“Il design d’autore in Italia – scrive Roberto Semprini – nasce da una felice contaminazione fra il linguaggio dell’arte e il design e il mio lavoro non è altro che una rilettura tridimensionale di alcune opere d’arte.

Una sottile e impercettibile linea di demarcazione oggi divide l’arte dal design. La differenza non risiede più come un tempo nella produzione, poiché anche un oggetto di design può essere a tiratura limitata o pezzo unico, così come l’arte può essere prodotta in multipli. La vera differenza fra l’arte e il design sta nel fatto che quest’ultimo deve essere (anche solo in parte) funzionale e gli oggetti di design devono essere terapeutici, devono far star bene, mentre l’arte può essere anche un pugno nello stomaco (l’Urlo di Munch). Disegnare, progettare, creare è esistenza in movimento, un moto e uno smarrimento continui che coinvolgono il senso della propria esistenza e dello spazio circostante (cit. Mario Mertz).”

ROBERTO SEMPRINI nato a Rimini nel 1959, studia architettura a Firenze. Nel 1989 progetta il divano “Tatlin” di Edra, che risulta tra i vincitori del prestigioso allestimento mostra roberto semprinipremio TOP TEN a Dusseldorf. Nel 1994 con il tavolino “Manta” per Fiam è tra i vincitori del premio Young & Design. I suoi prodotti fanno parte della collezione permanente del Montreal Museum of Decorative Arts in Canada e del New Museum of Design di Londra. Nel 2000 inaugura lo spazio “RM 12 art & design”, Galleria d’arte e Studio di Design e Architettura di Interni. Dal 2006 lo studio realizza scenografie di grande impatto, inerenti la ricerca di nuovi spazi domestici e pubblici, all’interno della parte culturale di eventi fieristici come il Fuori Salone di Milano, Abitare il Tempo a Verona, Sun, SIA di Rimini e Maison &Object a Parigi. Nel 2010 è stato invitato dal Seoul Living design Fair (Korea) ad esporre “La casa Italo/coreana”. Ha collaborato come designer e direttore artistico di numerose aziende di design come Fiam, Moroso, Alivar, Edra, Slide, Sicis, Dilmos, Pedrali, Morelato, Morfeus, Scab, Edilco, Lab 23, L2, Mastella Design, Valdichienti, Adrenalina,ect..

Ha tenuto conferenze e seminari in diverse Università come: la Facoltà di Architettura di Firenze, il Politecnico di Milano, la Scuola Superiore di Progettazione dell’Università degli Studi di Bologna, lo I.E.D. di Milano, la Scuola Elisava di Barcellona (Spagna), la Tsinghua University di Pechino (Cina). Attualmente è docente di ruolo nel Corso di Design del prodotto all’Accademia di Belle Arti di Bologna e a contratto in un Corso per Chiara Fama al Politecnico di Milano.

La mostra è stata realizzata grazie alla sponsorizzazione tecnica delle aziende OIKOS e iGuzzini.

Si ringraziano le aziende Edra, Dilmos, Fiam, L2, Edilco, Mastella Design, Lab 23, Morfeus, Partner & Co, Garvan.