Lux Film Days, tre film in viaggio attraverso l’Europa

comune di Modena logoArrivano a Modena le tre pellicole finaliste del Premio cinematografico promosso dall’Ue. A sala Truffaut: “Mediterranea” (25 maggio), “Mustang” (26) e “Urok” (27)

MODENA – Le tensioni sociali che mettono a repentaglio la già precaria vita in Italia di Ayiva, fuggito dal Burkina Faso, nel film di Jonas Carpignano. La prigionia domestica in un villaggio turco di Lele e delle sue quattro sorelle, colpevoli di aver giocato con dei bambini al rientro da scuola in “Mustang”. E infine, il labile confine tra giusto e sbagliato in “Urok”, la vicenda ambientata in Bulgaria, di un’insegnante che vorrebbe dare una lezione a uno studente ladruncolo, salvo trovarsi ella stessa spinta verso la strada della disonestà.

Arrivano nei prossimi giorni a Modena i tre film finalisti della quarta edizione del Lux Film Prize, il premio cinematografico promosso dal Parlamento europeo per favorire la circolazione di film europei in Europa e accendere un dibattito sulle grandi questioni che interessano la società europea. Le tre pellicole vengono distribuite in 28 paesi, sottotitolate in 24 lingue. Infatti, mentre gran parte delle co-produzioni europee sono proiettate solo nel paese di origine e raramente distribuite altrove, il Lux Film Prize fornisce a tre film europei la rara e straordinaria occasione di essere sottotitolati in tutte le lingue ufficiali dell’Unione.

A Modena, i film finalisti dell’edizione 2015 saranno proiettati alle 20.45 alla sala Truffaut di via degli Adelardi 4, il 25, 26 e 27 maggio; l’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Le pellicole, che raccontano storie dalle varie sfaccettature, rappresentano il risultato della dedizione e della creatività di giovani registi europei di talento che attraverso l’emozione del cinema mettono in luce le nostre storie.

Mercoledì 25 si parte con “Mediterranea” di Jonas Carpignano (Italia, Francia, Stati Uniti, Qatar). Giovedì 26 sarà la volta di “Mustang” di Deniz Gamze Ergüve (Francia, Germania, Turchia, Qatar), il film vincitore dell’edizione 2015; infine venerdì 26 chiuderà la tre giorni “Urok – The lesson” di Kristina Grozeva e Petar Valchanov (Bulgaria, Grecia).

Le tre serate sono promosse da assessorato alle Pari opportunità e Ufficio Politiche europee e relazioni internazionali del Comune di Modena in collaborazione con l’Ufficio di informazione a Milano del Parlamento europeo.