“Lumintenda – #LIT2016”, a Modena si premiano gli 8 progetti vincitori

Mercoledì 25 gennaio, dalle 21, nella struttura di viale Monte Kosica, la cerimonia di premiazione degli artisti che hanno partecipato al bando rivolto ai creativi under 29

lumintenda-Danza-NotturnoMODENA – Si chiude mercoledì 25 gennaio, con la cerimonia di premiazione in programma alla Tenda di viale Monte Kosica, la prima edizione di “Lumintenda – #LIT2016”, il bando promosso dal servizio Politiche giovanili del Comune di Modena, all’interno delle attività de La Tenda, e rivolto ai creativi under 29 della provincia di Modena. Nel corso della serata, che inizierà alle 21, gli artisti autori degli otto progetti premiati riceveranno un riconoscimento e presenteranno al pubblico le proprie opere che resteranno esposte nello spazio mostre della struttura fino a maggio.

Alla cerimonia intervengono l’assessore alle Politiche giovanili Giulio Guerzoni e i componenti della commissione che ha valutato i progetti.

Alla chiamata di Lumintenda hanno risposto oltre quaranta partecipanti tra i 16 e i 28 anni, tra singoli e gruppi, di cui oltre la metà sotto i 25 anni (24 ragazzi e 21 ragazze, 29 artisti singoli e 15 collettivi) che hanno presentato la propria opera nelle sette categorie a disposizione: Installazioni e sonorizzazioni; Fotografia; Fumetto; Pittura e grafica; Video e cortometraggio; Teatro; Danze urbane/danza contemporanea/contaminazioni. Grande successo poi per la sezione tematica Identità & Alterità, che da sola ha raccolto la candidatura di dieci artisti tra fotografi, videomaker, pittori, grafici.

Gli artisti premiati nell’appuntamento di mercoledì 25 gennaio sono Giulia Brandoli con l’opera “Gocce di suono”, per la sezione Installazioni e sonorizzazioni, nella quale la sua performance visiva basata sul colore è accompagnata dall’esecuzione musicale dal vivo di Simone Di Benedetto e Michele Bonifati. Per la sezione Fotografia, Davide Mari e Giulia Spattini con l’opera “Longing for – desiderando intensamente”, mentre per il Fumetto si è aggiudicata il premio Arianna Farricella con l’opera “Hush Little Baby”, e primo nella sezione Pittura e grafica è arrivato Gabriele Melegari con l’opera “Aberrazione delle forme”.

Nella sezione Video e cortometraggio sarà premiato “Microfost/Nowhere to hide” progetto di animazione digitale di Fabio Bernardi e Lorenzo Gardinali. Per la Danza contemporanea, “Notturno”, di Chiara Ramundo che con 15 danzatrici in scena racconta i momenti difficili della vita, e per la sezione Teatro i conflitti adolescenziali di “Combattimi” di e con Irene Girotti e Cristiana Tramparulo.

Infine, per la sezione Identità & Alterità, si è aggiudicato il premio il cortometraggio “Io’s 10.5” presentato da Cineventuri (Giovanni Lupi, Roberto Federico, Tariku Montorsi) sulla dipendenza da cellulari e social network che colpisce i giovani di oggi.

La commissione ha inoltre deciso di attribuire tre menzioni speciali: a Elena Pagliani nella categoria Fumetto; Daniela Malagoli per Pittura e grafia; Davide Allocca per la sezione Identità e alterità.

Le opere sono state valutate da una Commissione composta da Corrado Nuccini (musicista), Chiara Strozzi (fotografa e ricercatrice), Marino Neri (illustratore e fumettista), Davide Montorsi (illustratore e grafico), Alessando Po (videomaker e musicista), Elisa Balugani (docente di danza e coreografa), Tony Contartese (attore, regista e insegnante di teatro), Leonardo Gandini (Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali dell’Università di Modena e Reggio Emilia). Gli artisti vincitori si sono aggiudicati un premio in denaro volto a sostenere la produzione dell’opera (da un minimo di 800 a un massimo di 1300 euro).