Ferrara, L’immagine del potere estense nel paesaggio urbano

Castello_due libri sulla Ferrara del 500Lunedì 14 marzo 2016 ore 15.00 al Castello Estense – Sala dell’Imbarcadero 2. Due libri un tema. Conversazione di Marialucia Menegatti

FERRARA – Lunedì 14 marzo alle 15, in Castello Estense, una guida d’eccezione come Marialucia Menegatti condurrà tra le opere d’arte e i protagonisti del Rinascimento estense, prendendo le mosse da due libri recentissimi dedicati alla Ferrara cinquecentesca.

Il primo, Delizie d’Archivio. Regesti e documenti per la storia delle residenze estensi nella Ferrara del Cinquecento, di Andrea Marchesi, offre uno zoom straordinario sulle committenze artistiche patrocinate dagli esponenti di Casa d’Este e sulle loro residenze urbane.

Il secondo libro, Alfonso I d’Este. Le immmagini e il potere: da Ercole de Roberti a Michelangelo, di Vincenzo Farinella con testi di Giorgio Bacci e Marialucia Menegatti, analizza per la prima volta in maniera scientifica e fuori dagli stereotipi, la figura di Alfonso I d’Este come uomo, regnante e come straordinario e raffinatissimo committente.

Marialucia Menegatti, storica dell’arte nota per le sue ricerche archivistiche e storiche sulle committenze artistiche degli Este, prende spunto dal volume di Farinella, che comprende peraltro la sua doviziosa biografia di Alfonso I, profusa in oltre 200 pagine, per introdurre i lettori nella magia di Ferrara, dei suoi personaggi, dei suoi miti, dei suoi palazzi.

Sono stati questi miti, interagendo con il paesaggio naturale, che hanno fatto di Ferrara e di tutto il territorio contrassegnato dalle Delizie lungo il delta storico del Po, un “Paesaggio Culturale” riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

L’iniziativa è inserita nelle attività del Piano di Gestione del Sito Unesco “Ferrara, città del Rinascimento e il suo delta del Po”.

Ai richiedenti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.