Limitazioni al traffico tra ottobre e marzo a Piacenza

I dati sulla riduzione delle Pm10logo comune Piacenza

PIACENZA – L’efficacia delle misure di limitazione del traffico che, in conformità con quanto previsto dal Piano Aria integrato regionale, hanno riguardato tra ottobre 2015 e marzo 2016 i veicoli più inquinanti, è stata monitorata dal Servizio comunale Ambiente e Parchi, elaborando i dati sulle Pm10 rilevati quotidianamente da Arpae nelle due stazioni di riferimento: da una parte quella di Montecucco, non direttamente esposta a fonti di inquinamento, dall’altra quella tra stradone Farnese e via Giordani, collocata in un punto altamente trafficato.

Dopo aver ricostruito la “settimana tipo” con i sei mesi di dati disponibili, si è confrontato il giorno medio in cui erano in vigore i provvedimenti, con il giorno medio senza restrizioni alla circolazione, scegliendo in quest’ultimo caso il sabato – anziché la domenica – perché la festività risente comunque di un calo “fisiologico” dei volumi di traffico che avrebbe potuto falsare i risultati. Ciò ha consentito di quantificare la riduzione delle concentrazioni di Pm10 sostanzialmente attribuibile alle misure di contenimento dei flussi veicolari: la diminuzione si assesta al 7.2 % per la stazione urbana Giordani-Farnese e a circa il 5% per la stazione di Montecucco.

“Si tratta di dati significativi – commenta l’assessore all’Ambiente Giorgio Cisini – che premiano la collaborazione dei cittadini e il loro impegno nell’organizzare diversamente i propri spostamenti. Un’aria più pulita si traduce in una città più vivibile per tutti. Ciò non toglie, ovviamente, che le criticità restino, anche in termini di lotta all’inquinamento atmosferico: il percorso è ancora lungo, ma è motivo di soddisfazione pensare che non siano vani gli sforzi compiuti per proteggere un valore inestimabile come la salute”.