Lilli Gruber ai Giardini d’Estate nel Festival “Giardinner”

Sabato 9 luglio alle 18.30 la giornalista presenta il suo libro “Prigionieri dell’Islam”

Lilli Gruber ISLAMMODENA – Sabato 9 luglio alle 18.30 Lilli Gruber e il suo libro “Prigionieri dell’Islam”, quindi, alle 22, il cantautore elettronico Jolly Mare. Sono solo alcuni degli ospiti della giornata conclusiva di Giardinner: festival di buona musica, stand gastronomici e di artigianato, iniziative gratuite e grandi ospiti ai Giardini Ducali di corso Canalgrande.

L’appuntamento organizzato da “La Piattaforma” e “Mumble”, torna nel “salotto verde” del centro di Modena nel programma dei Giardini d’Estate organizzati da Studio’s nell’ambito dell’Estate modenese 2016 del Comune di Modena, con il sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena e Gruppo Hera.

Il programma di sabato 9 luglio incomincia alle 18.30 con Lilli Gruber giornalista e conduttrice tv, che presenta il suo ultimo libro “Prigionieri dell’Islam” (Rizzoli, 2016). “Terrorismo, migrazioni, integrazione: il triangolo che cambia la nostra vita. L’islam è tra noi – si legge nella scheda dell’editore – ed è qui per restare. Ma quale islam? Un doppio viaggio: nelle realtà italiane dell’integrazione musulmana e nei tormenti di un Medioriente sull’orlo del collasso. Un’unica possibilità di salvezza: capire chi siamo, per disinnescare la bomba dell’odio”.

Jolly Mare da Facebook official ph Lorenzo FarielloDopo il momento happy hour, altro appuntamento con l’autore. Alle 21 Alessandro Gazoia presenta “Senza filtro. Chi controlla l’informazione”. Insieme ad Andrea Zanni, racconta che cosa sta succedendo nel mondo dei media da quando il web ha conquistato un ruolo di primo piano. Dalle 22, infine, al cantautore elettronico Jolly Mare farà ballare prima con un concerto e poi con un dj-set.

Per informazioni su Giardinner: Laura 349 061 5230.

Informazioni on line sul programma dell’Estate modenese 2016 sui siti web (www.comune.modena.it/estate2016 – www.visitmodena.it – pagina facebook Giardini d’Estate).