“L’identità femminile e le religioni” con Sumaya Abdel Qader

Il seminario è in programma  martedì 18 ottobre alle ore 14.30 alla Casa della Musica, nell’ambito del progetto “Con gli occhi delle donne” di Università e Comune di Parma

PARMA – Sarà dedicato a L’identità femminile e le Religioni il prossimo incontro del ciclo “Il Corpo delle donne. 1946-2016:la condizione giuridica femminile”, organizzato dalla Cattedra di Diritto Costituzionale dell’Università di Parma (Dipartimento di Giurisprudenza) e dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità (CUG) dell’Ateneo.

Il seminario si terrà martedì 18 ottobre alle ore 14.30 alla Casa della Musica, e sarà l’occasione per riflettere sul rapporto tra i diritti delle donne e le religioni, sul ruolo delle donne nelle religioni e sul rapporto tra femminismo e multiculturalismo.

Ospite dell’incontro sarà Sumaya Abdel Qader. Cittadina italiana, figlia di immigrati giordano-palestinesi, Sumaya Abdel Qader è laureata in Biologia, in Lingue e culture straniere e in Sociologia. Nel 2008 ha pubblicato il libro Porto il velo, adoro i Queen: attraverso la narrazione, anche in chiave ironica, della vita quotidiana della protagonista Sulinda, una giovane donna musulmana che vive a Milano, l’autrice induce a riflettere sulle contraddizioni e sulle sfide poste dalle società multiculturali, come quella italiana, che faticano a costruire un nuovo ordine sociale ‘polifonico’.
Sumaya Abdel Qader è coordinatrice del progetto Aisha, nato nell’ambito delle attività sociali e culturali del CAIM, il Coordinamento delle Associazioni Islamiche di Milano e Monza e Brianza, con l’obiettivo di contrastare la violenza e le discriminazioni nei confronti delle donne (specie delle donne musulmane) attraverso la promozione di campagne di sensibilizzazione sulla violenza di genere, la proposta di corsi di formazione e di educazione alla parità di genere e lo svolgimento di attività di assistenza e di prevenzione delle violenze sulle donne, anche al fine di avviare una riflessione profonda, all’interno della comunità islamica, su questi temi. Dal 2016 è membro del Consiglio comunale di Milano.

All’incontro del 18 ottobre interverranno anche Luciano Mazzoni, Presidente del Forum Interreligioso di Parma, studioso di antropologia e teologia delle religioni, da sempre impegnato a promuovere il dialogo tra religioni, e Mirella Manocchio, Presidente del Comitato Permanente dell’Opera per le Chiese Evangeliche Metodiste in Italia.

Dialogheranno con loro Vincenza Pellegrino, docente di Politiche sociali e Sociologia della Globalizzazione all’Università di Parma, e Giancarlo Anello, docente di Diritto ecclesiastico all’Università di Parma.

L’incontro è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Parma (2 crediti)

Il ciclo di seminari “Il Corpo delle donne. 1946-2016:la condizione giuridica femminile” rientra nel progetto “Con gli occhi delle donne” firmato da Università di Parma e Comune di Parma per celebrare il settantesimo anniversario del suffragio femminile in Italia