Libertà di Gusto è FICO: cibo, vino e diversità a FICO Eataly World con Fabio Canino

Rassegna Libertà di GustoDal 26 gennaio gli appuntamenti su alimentazione e sport, cultura, arte, moda, società organizzati a FICO da Prodigio Divino. Piatti e tema e brindisi con Vinocchio e Uvagina per sostenere un progetto solidale anti-bullismo

BOLOGNA – Valorizzare le diversità, per esprimere liberamente se stessi: a tavola come nella vita. È il tema di “Libertà di gusto è FICO” il ciclo di appuntamenti condotti da Fabio Canino che prenderanno il via dal prossimo 26 gennaio a FICO Eataly World, il parco dell’agroalimentare più grande del mondo. Oltre un mese di incontri, tutti i venerdì dalle 19 alle 20, per parlare di alimentazione ma anche di sport, cultura, arte, moda, società, con punti di vista ed ospiti inconsueti ed uno scopo solidale.

La rassegna è organizzata a FICO da Fabio Canino per Prodigio Divino, piccola azienda che commercializza i vini Vinocchio e Uvagina, promossa a scopi sociali per sostenere, in particolar modo, la lotta contro il bullismo. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nell’Arena centrale della Fabbrica Italiana Contadina, con ingresso gratuito, e si concluderanno con un brindisi offerto al pubblico con Vinocchio e Uvagina. La “libertà di gusto” coinvolgerà anche i ristoranti ed i chioschi di FICO, che proporranno menù e abbinamenti a tema, mentre chi acquisterà i vini Prodigio Divino contribuirà alla raccolta fondi per un progetto solidale conto il bullismo.

“Libertà di gusto è FICO” è stata presentata lunedì 15 gennaio a FICO Eataly World dallo stesso Canino, conduttore della rassegna e socio di Prodigio Divino, insieme a Tiziana Primori, amministratore delegato di Eatalyworld, ed a Francesca Vecchioni, giornalista e scrittrice, presidente dell’associazione Diversity, in veste di madrina ed ospite di uno degli appuntamenti. Gli incontri avranno per filo conduttore la libertà di gusto, Intesa come facoltà di potersi esprimere ed essere se stessi, l’apertura mentale nei confronti delle diversità e le scelte personali nel cibo, nel vino ed anche nella sfera personale e affettiva.

Si comincia il 26 gennaio alle 19 con il cibo spaziale: Fabio Canino dialogherà con David Avino di Agrotec, l’azienda di ingegneristica aerospaziale italiana responsabile della fornitura del cibo assunto in orbita dagli astronauti europei, che punta a distribuire sulla terra i prodotti sviluppati per lo spazio. Il 2 febbraio il tema prescelto è l’informazione: con Alberto Matano, giornalista e conduttore del TgUno e del programma “Io sono innocente” su Rai3 tre, si parlerà di come il cibo viene rappresentato in televisione, dalle carestie ai ristoranti a 5 stelle. Il 9 febbraio Carlo Spinelli, conosciuto anche come Doctor Gourmeta, racconterà il cibo del futuro, come quello a base di insetti. Il 14 febbraio, giorno di San Valentino, Francesca Vecchioni parlerà di Diversity e inclusione. Infine, il 23 febbraio, si inscenerà il “processo al cibo”, con Myrta Merlino e Oscar Farinetti. Il programma degli appuntamenti è consultabile sul sito www.eatalyworld.it

Gli operatori inizieranno a proporre i piatti a tema già dalla prossima settimana, da degustare con Vinocchio e Uvagina, che saranno in vendita anche nella Bottega del Vino di FICO. Al termine della rassegna, i proventi verranno destinati ad un progetto sociale, in corso di selezione, che supporti a Bologna il contrasto al bullismo ed alle discriminazioni.

Fabio Canino è attore teatrale e cinematografico, scrittore, autore, conduttore radiofonico e televisivo. Dopo gli esordi in teatro, ha lavorato nel cinema ed in televisione per la 7, Rai 1 e Rai 2, Mediaset, Sky, Radio Montecarlo, Rai Radio 2, GAY.tv. È stato per sette anni direttore artistico del Festival Friendly Versilia a Torredel Lago, ed è autore di alcuni libri. È impegnato su temi di carattere LGBT e sociale, come conduttore dei Diversity Media Awards e testimonial della campagna “Giù le mani dai bambini”.

Francesca Vecchioni, esperta di comunicazione, linguaggi media e diritti umani, giornalista e scrittrice, è formatrice sui temi dell’inclusione, discriminazione e bias. È presidente di Diversity, organizzazione no-profit impegnata a promuovere l’inclusione sociale e il benessere organizzativo delle persone attraverso attività di ricerca, formazione, monitoraggio, consulenza e advocacy. Presiede i Diversity Media Awards, dedicati alla corretta rappresentazione delle tematiche e delle persone Lgbt nei mezzi di comunicazione, ed è l’ideatrice dei Diversity Brand Summit, che premiano le aziende e i brand considerati più inclusivi dalle consumatrici e dai consumatori. Ha pubblicato “T’innamorerai senza pensare” per Mondadori e suoi contributi sono apparsi tra l’altro su “La 27esima ora” del “Corriere della Sera”.

Prodigio Divino è un’azienda che commercializza vini a proprio marchio con due etichette principali: “VINOCCHIO” e “UVAGINA”. Sotto VINOCCHIO e UVAGINA si sviluppano vini rossi e bianchi, fermi e bollicine. Sono stati scelti nomi evocativi ed espliciti, un azzardo coraggioso dal forte valore comunicativo. L’ironia per dare spazio alla serietà, un contrasto che emerge prepotentemente nell’universo delle etichette tradizionali.
La filosofia di base di Prodigio Divino vede nel vino un veicolo della “libertà di gusto” e di una vera e propria sfida culturale: quella dei diritti civili e della valorizzazione di ogni diversità. Una parte del fatturato viene infatti utilizzata per supportare attivamente campagne contro il bullismo in generale e contro quello omofobico in particolare.

David Avino, Managing Director di Argotec racconterà a FICO, il 26 gennaio, tutti i segreti dello space food Made in Italy che ha conquistato non solo le tavole spaziali ma anche quelle terrestri. Argotec è un’azienda ingegneristica aerospaziale italiana selezionata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) come responsabile dello sviluppo e della fornitura dello space food per gli astronauti europei sulla Stazione Spaziale Internazionale. Per affrontare questa ambiziosa sfida tecnologica, l’azienda torinese ha sviluppato autonomamente lo Space Food Lab, una nuova area di ricerca per lo studio sulla nutrizione degli astronauti. All’interno del laboratorio, primo in Europa, un team di chef, nutrizionisti, tecnologi alimentari e ingegneri collabora in modo sinergico per lo sviluppo di prodotti a elevato contenuto tecnologico, coniugando l’innovazione all’eccellenza culinaria italiana. Dalle attività di ricerca e sviluppo Argotec sono nati i prodotti a marchio ReadyToLunch, attualmente in vendita all’interno dell’e-commerce www.readytolunch.com. Durante l’evento, David Avino spiegherà come sia nata l’idea di realizzare alimenti per lo spazio e tutte le caratteristiche e i benefici dei prodotti ReadyToLunch realizzati per lo spazio ma in grado di rispondere alle esigenze alimentari di tutti noi “terrestri”.

Per far vivere una food experience spaziale immersiva, durante l’incontro verranno distribuiti alcuni assaggi dei piatti pronti e degli snack ReadyToLunch che hanno accompagnato le missioni spaziali degli astronauti europei.