“Le metamorfosi del mito”, Conversazioni d’arte a Riccione

Inizia il 13 novembre il secondo ciclo di  “Il Classico nel Contemporaneo”

manifestoRICCIONE (RN) – Al via il 13 novembre il secondo ciclo di conversazioni d’arte “Il Classico nel Contemporaneo” organizzato dalla Galleria d’arte Villa Franceschi e dall’Istituzione Riccione per la Cultura, con il patrocinio dell’IBC – Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna – e del FAI.

Dopo la prima edizione della rassegna del 2015 “Memoria Ispirazione Sfida” che ha approfondito il complesso e fecondo rapporto tra arte antica e contemporanea, quest’anno con “Le metamorfosi del mito” ci immergeremo nella tradizione viva della nostra cultura artistico-letteraria, le cui figure emblematiche ritornano nel tempo, magari riproponendosi in forme diverse. L’elemento costante sarà la riemersione di soggetti e personaggi della mitologia che, dall’antichità ad oggi, popolano l’immaginario figurativo dell’arte occidentale.

La rassegna si apre domenica 13 novembre con Miriam Mirolla, storica e critica d’arte, docente di Teoria della Percezione e Psicologia delle Forme presso l’Accademia di Belle Arti di Roma che, nel suo intervento dal titolo “Amore e Psiche. L’arte e il mito, da Raffaello a Duchamp” tratterà di questo antichissimo mito, narrato da Apuleio nelle Metamorfosi, dimostrando l’estrema attualità del tema che, dal ‘400 in poi, è stato rappresentato ed amato da artisti italiani ed europei, ispirando straordinari capolavori. “Sembrava quasi che alcuni episodi fossero oggetto di attrazione fatale per gli artisti – ci dice la Prof.ssa Mirolla: l’illuminazione, il tentato suicidio di Psiche, il pentimento di Amore, episodi che avevano la forza di una scena primaria, frammenti di un complicato discorso amoroso… Rimettendo in ordine questo puzzle plurimillenario di insuperabile bellezza, scopriremo che Amore e Psiche sono ancora vivi, e si muovono proprio accanto a noi… ”.

Si prosegue domenica 20 novembre con Marco Tonelli, critico e storico d’arte, docente di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Frosinone che ci parlerà di “Narciso ricomposto. Lo specchio e la rappresentazione da Van Eyck a Francis Bacon”.

L’appuntamento di domenica 27 novembre vedrà la partecipazione di Monica Centanni, filologo classico, docente di Fonti greche e latine e Iconologia e tradizione classica all’Università IUAV di Venezia ed Visiting Professor presso l’Università di Catania, con una conversazione dal titolo “Venere, Arianna, la Bella Addormentata e le altre: dal mito a Walt Disney”.

renato-barilliDopo aver approfondito analiticamente alcuni miti particolarmente significativi per la nostra storia artistico-culturale e che fanno parte ancor oggi dell’immaginario collettivo, il ciclo si conclude con un intervento di Renato Barilli, famoso critico, storico della letteratura e dell’arte.

Barilli ha insegnato Estetica, Storia dell’arte contemporanea, Fenomenologia degli stili all’Università di Bologna. Ha preso parte alla neoavanguardia degli anni Sessanta, culminata nel “Gruppo 63”. Come critico letterario, si è occupato, tra l’altro, del nouveau roman francese e della narrativa italiana contemporanea, fino alle tendenze più recenti. In qualità di critico d’arte, ha storicizzato le esperienze della prima e della seconda metà del Novecento. Ora è professore emerito al corso DAMS dell’Università di Bologna, e sarà ospite del ciclo di conferenze riccionese con una relazione dal titolo “Presenza del classico nell’arte contemporanea”.

Calendario delle conversazioni:

Domenica 13 novembre – Spazio Tondelli, ore 16.30

Miriam Mirolla

Amore e Psiche. L’arte e il mito, da Raffaello a Duchamp

Domenica 20 novembre – Palazzo del Turismo, ore 16.30

Marco Tonelli

Narciso ricomposto. Lo specchio e la rappresentazione da Van Eyck a Francis Bacon

Domenica 27 novembre – Palazzo del Turismo, ore 16.30

Monica Centanni

Venere, Arianna, la Bella Addormentata e le altre: dal mito a Walt Disney

Domenica 4 dicembre – Palazzo del Turismo, ore 16.30

Renato Barilli

Presenza del classico nell’arte contemporanea

Info: Galleria d’arte Villa Franceschi Tel 0541 693534 museo@riccioneperlacultura.it

www.comune.riccione.rn.it/museicomunali www.riccioneperlacultura.it

L’ingresso agli incontri è libero