Le dichiarazioni del Sindaco di Riccione, Renata Tosi in chiusura dei Campionati Italiani individuali e a squadre di Triathlon sprint

La manifestazione si è svolta sabato 1 e domenica 2 ottobre in città

Comune di RiccioneRICCIONE (RN) – Le dichiarazioni del Sindaco di Riccione, Renata Tosi in chiusura dei Campionati Italiani individuali e a squadre di Triathlon sprint, che si sono svolti sabato 1 e domenica 2 ottobre in città:

“Riccione sale sul podio del triathlon italiano con la bellissima due giorni di gare del Riccione Terme Perla Verde Triathlon, valevoli per i Campionati Italiani individuali e a squadre di triathlon sprint, che ha visto schierati sulla linea di partenza atleti d’élite tra cui gli ‘azzurri’ che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio 2016. La terza edizione ha richiamato oltre 3.000 atleti da ogni parte d’Italia, numeri in costante ascesa frutto dell’ottima sinergia venutasi a creare tra l’organizzazione e gli uffici comunali coinvolti, che hanno saputo strutturare una manifestazione di alto livello. Eccellente il lavoro di tutti coloro che hanno garantito la sicurezza degli sportivi e del pubblico accorso, dagli agenti della Polizia Municipale ai volontari della Protezione Civile. L’intera città ha saputo rispondere positivamente a questo evento attraverso l’accoglienza dei nostri operatori e ai servizi messi a disposizione di tutti gli atleti e dei loro accompagnatori. Segno, quest’ultimo, della capacità di destagionalizzare i flussi di presenze e al contempo della maturità del tessuto ricettivo in grado di operare al meglio durante tutto l’anno. Un ringraziamento particolare va alla FITRI e al presidente, Luigi Bianchi per aver scelto di svolgere a Riccione queste gare, che sono le più partecipate in Italia per numero di iscritti. La manifestazione, inoltre, è stata anche occasione per lo svolgimento delle premiazioni delle società e dei migliori atleti italiani durante l’Age Group Party che si è svolto al Palazzo del Turismo. Riccione, quindi si presta ad essere ‘città del Triathlon’, accogliendo a porte aperte la Federazione e i suoi atleti”.