Le buone pratiche modenesi al seminario dall’Anci a Milano

comune di Modena logoL’assessore Bosi interviene in rappresentanza del Comune giovedì 24 marzo

MILANO – Si intitola “Lavoro, economia e bilanci di genere” il seminario promosso dall’Associazione nazionale dei Comuni italiani, in corso di svolgimento oggi, giovedì 24 marzo, a Milano, al quale il Comune di Modena è stato invitato per presentare le buone pratiche attuate finora in tema di pari opportunità.

A rappresentare l’Amministrazione modenese è l’assessore alle Pari opportunità Andrea Bosi che aprirà il suo intervento presentando il progetto per l’adozione delle “Linee guida per l’uso del genere nel linguaggio amministrativo” che forniscono gli strumenti necessari perché entrambi i generi siano messi in evidenza in tutta la modulistica del Comune. Oltre all’adozione del linguaggio di genere come uno strumento di azione politica per la realizzazione di una parità di fatto tra uomini e donne, l’assessore Bosi presenterà anche le altre politiche di parità e di contrasto alle diverse forme di discriminazione realizzate a Modena: dall’integrazione al Regolamento sulla pubblicità alla ricerca, condotta in collaborazione con l’Università di Bologna, su omofobia e sessismo nella comunità modenese, sfociata lo scorso novembre in un convegno dedicato, fino alla creazioni di tavoli di confronto con le associazioni Lgbt e con le associazioni femminili.

Al seminario, che si inserisce nel percorso verso gli Stati generali delle amministratrici locali fissato a Roma per il 21 aprile, saranno presentate anche le buone pratiche dei Comuni di Torino e di Nola. Tra gli interventi, previsti anche quelli di Francesca Balzani, vice sindaca del Comune di Milano; Monica Parrella, del Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri;

Cecilia Robustelli, docente di Linguistica italiana all’Università di Modena e Reggio Emilia; Tindara Addabbo, docente di Politica economica all’Università di Modena e Reggio Emilia.