La proiezione di “Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi” di Marco Martinelli chiude la rassegna CinemAnimaMente

Lunedì 12 marzo, ore 21, proiezione del film al Cinema San Biagio. Ospiti Laura Radaelli e Daniele Gualdi

Vita agli arresti di Aung San Suu KyCESENA – La rassegna di cinema e psicologia CinemAnimaMente, si chiude lunedì 12 marzo alle 21.00 al Cinema San Biagio con la proiezione del film “Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi” di Marco Martinelli, prodotto da Teatro delle Albe – Ravenna Teatro in coproduzione con StartCinema.

Attraverso il racconto-evocazione di sei bambine, il film ripercorre i venti anni agli arresti della leader della Lega nazionale per la democrazia in Birmania dalla fine degli anni ‘80, Premio Nobel per la pace nel 1991, e oggi alla guida di una Birmania libera. Il racconto prende vita in un magazzino di costumi teatrali dove si avventura una bambina, che da lì conduce il pubblico in un Oriente gravido di cronaca politica intessuta a musiche e colori sgargianti. A una Aung San Suu Kyi interpretata con intensità da Ermanna Montanari, si alternano i ritratti burattineschi dei generali-dittatori, dei Nat-spiriti cattivi, dei giornalisti e inviati dell’Onu, dei comici ribelli perseguitati per la loro satira contro il regime.

Al termine della proiezione, incontro con Laura Radaelli, attrice e coach delle bambine cooprotagoniste del film e con il Presidente di Riccione Teatro Daniele Gualdi.

CinemAnimaMente è organizzata da una consolidata collaborazione fra diverse realtà del territorio: Scuola di Psicologia, Associazione Analysis e Servizio Dipendenze Patologiche Cesena – Asl Romagna.

Ingresso intero 5 Euro, 3 Euro per studenti.