La Polizia Municipale di Bologna scova un deposito abusivo di birra in zona universitaria

Il ringraziamento del Sindaco Merola agli agenti

frigo-via-mascarella-3BOLOGNA – Agenti della Polizia Municipale del reparto Polizia Commerciale hanno sequestrato la scorsa notte 430 bottiglie di birra all’interno di un appartamento in via Mascarella che era diventato un vero e proprio centro di smistamento abusivo destinato alla clientela di piazza Verdi. Un uomo, M.J. di 22 anni originario del Bangladesh, è stato sanzionato con 8164 euro per violazione delle norme sul commercio e di quelle sanitarie.

“Voglio ringraziare personalmente la Polizia Municipale per il lavoro svolto – ha detto il Sindaco Virginio Merola che oggi ha visitato le “Stanze di Verdi” gestite dal Comitato Piazza Verdi nell’omonima piazza – è un altro risultato positivo dell’attività che si sta mettendo in campo per affrontare le criticità della zona universitaria in coordinamento con le altre istituzioni”.

frigo-via-mascarella-2L’intervento che ha portato al sequestro del deposito abusivo di birre è iniziato nella serata di sabato 12 novembre e si è protratto fino a tarda notte. Nell’appartamento c’erano 6 frigoriferi, tutti in funzione e pieni di bottiglie. All’appartamento gli agenti sono arrivati dopo una non semplice attività di monitoraggio discreto iniziata alcune settimane fa. M.J. verrà segnalato alle autorità competenti in materia fiscale visto che l’attività era ovviamente gestita in assenza di qualsiasi strumento per pagare le tasse.

Quello del deposito di birra non è stato l’unico intervento della Polizia Municipale contro l’abusivismo nella serata di ieri. Agenti del Reparto Moto e del Reparto Polizia Commerciale hanno intercettato, con la collaborazione di alcuni taxisti, un uomo di origine bengalese che con la sua Opel faceva attività di taxi abusivo dalla zona della stazione. L’intervento è avvenuto alle 22 di ieri sera. L’automobile è stata sequestrata ai fini della confisca, all’uomo è stata ritirata la patente ed è stato denunciato per violazione delle norme sull’immigrazione. Il rapporto della Polizia Municipale verrà inviato alla Prefettura per la sanzione che, in casi come questo, può andare da 1700 a 7000 euro.