La nuova flotta di mezzi elettrici del Comune di Ferrara

nuova flotta di mezzi elettrici del Comune di FerraraE’ stata presentata dall’assessore Modonesi in piazza Savonarola: un risparmio per l’ambiente e le casse comunali

FERRARA – Si è svolta  martedì 22 dicembre in piazza Savonarola, la presentazione della nuova flotta di automezzi comunali elettrici alimentati con energia prodotta da impanti fotovoltaici. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore comunale ai Lavori Pubblici e Mobilità Aldo Modonesi, Luca Capozzi (ingegnere capo Lavori Pubblici) ed Enrico Pocaterra (dirigente Settore Opere Pubbliche e Mobilità che hanno illustrato il progetto “Mi Muovo Elettrico – free carbon City” nell’ambito del Protocollo di intesa promosso dalla Regione Emilia Romagna per la formalizzazione dell’aggregazione degli Enti Locali della Regione Emilia Romagna sul tema della mobilità sostenibile.

“Mi Muovo Elettrico – free carbon City”

La nuova flotta di mezzi elettrici del Comune di Ferrara

Il Comune di Ferrara assessore Modonesi in piazza Savonarolaha aderito ad un Protocollo di intesa promosso dalla Regione Emilia Romagna per la formalizzazione dell’aggregazione degli Enti Locali della Regione Emilia Romagna finalizzata all’acquisto di veicoli elettrici ad uso delle pubbliche amministrazioni nell’ambito del Progetto “Mi Muovo Elettrico – free Carbon City”.

Il protocollo di intesa promosso dalla Regione trova prevedeva uno stanziamento a favore dei comuni sottoscrittori del X° Accordo per la Qualità dell’Aria, per lo sviluppo di flotte di veicoli elettrici a servizio delle pubbliche amministrazioni.

Il progetto pilota “Mi Muovo Elettrico – Free Carbon City” che è alla base del procotollo di intesa viene realizzato in coerenza con l’obiettivo operativo III.2 del POR FESR 2007-2013;

In data 14/12/2015 si sono perfezionate le consegne dei veicoli acquistati attraverso piattaforma Intercen-ER in attuazione al Progetto Pilota “Mi Muovo Elettrico – free Carbon City”.

Il piano acquisti approvato dalla G.C. prevedeva l’acquisto di.

3 quadricicli pesanti

5 Renault Kangoo modello VAN

2 Ranault Kangoo modello COMBI

Il progetto – per quanto attiene il Comune di Ferrara – nel suo complesso ha determinato un impegno di spesa complessivo pari a Euro 210.161,32 per l’acquisto dei veicoli a totale carico regionale e 37.852,00 Euro di costi per l’installazione delle colonnine di ricarica presso la strutture comunale di Viale Marconi.

I veicoli acquistati, sono stati destinati prevalentemente ai Servizi Manutentivi che fanno capo al Settore Opere Pubbliche e Mobilità e all’Ufficio Messi notificatori.

L’iniziativa che attraverso l’intervento regionale è stato possibile realizzare è solo l’ultima tappa di un percorso che il Comune di Ferrara ha intrapreso per indirizzare lo sviluppo comunale verso la sostenibilità. Percorso che nasce con l’adesione del Comune di Ferrara alla Carta di Aälborg nel 1996, che si riflette nel successivo documento che puntualizza quelli che sono i cardini della Politica Ambientale del Comune di Ferrara e che trovano la loro massima sintesi nei contenuti e nelle attività inserite nel Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) adottato a seguito dell’adesione del Comune di Ferrara al ” Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors )” meglio noto come “20 – 20 – 20” deliberato dal Consiglio Comunale il 14/11/2011 con proprio atto P.G. n. 902848.

Grazie alla realizzazione di questa iniziativa sarà possibile conciliare le esigenze di spostamento dei servizi manutentivi, delle squadre operative del settore, nonché dei messi notificatori nell’ottica della massima sostenibilità ambientale.

Massima sostenibilità ambientale che verrà assicurata soprattutto dal fatto che le colonnine di ricarica dei veicoli sono alimentate da un contatore che eroga energia elettrica prodotta da pannelli fotovoltaici collocati sul tetto dei magazzini della strutture di Viale Marconi dove ha sede il settore Opere Pubbliche e Mobilità.

Sostenibilità Ambientale che opera come un volano sul miglioramento dell’efficienza finanziaria comunale, attraverso una drastica riduzione dei costi di funzionamento dei mezzi in relazione al fatto che non saranno necessari interventi di manutenzione, il rifornimento dei veicoli avverrà a costo zero per l’amministrazione e che per 5 anni saranno in esenzione di tassa di proprietà. Minori costi che si possono ragionevolmente stimare in 40.000,00/45.000,00 Euro anno.

Sostenibilità ambientale e miglioramento dell’efficienza finanziaria: due obiettivi che di solito non sembrano andare nella stessa direzione ma che in questo caso si sono concretizzati in una “best practise” da proporre quale esempio ad altre amministrazioni locali.