La notte dei licei classici, al Muratori e S. Carlo

Venerdì 15 gennaio letture, musica e menù storiciLa Notte nazionale del liceo classico

MODENA – Una serata aperta al pubblico nei licei classici Muratori e S.Carlo di Modena per ascoltare letture da Omero a Calvino, musica, performance e partecipare a degustazioni ispirate al mondo antico.
Con l’obiettivo di avvicinare i cittadini alla cultura classica anche i licei classici modenesi Muratori e S.Carlo aderiscono per la prima volta venerdì 15 gennaio dalle ore 18 alla “Notte nazionale del liceo classico” che si svolge in tutta Italia in 235 licei italiani su iniziativa dell’Associazione italiana di Cultura classica.

Come sottolinea Giovanna Morini, dirigente scolastico dei due istituti che dal 1 settembre saranno unificati, «grazie all’apertura serale l’iniziativa vuole promuovere la bellezza, ma soprattutto l’attualità della cultura classica non a caso proprio nel periodo dedicato alle iscrizioni. Il liceo San Carlo e il liceo Muratori hanno aderito con entusiasmo nella convinzione che il mondo classico esprima contenuti e valori ancora attuali e alla portata di tutti e che questi momenti siano importanti occasioni perché i nostri studenti abbiano la possibilità, da protagonisti, di raccontare alla città la loro esperienza scolastica».

All’iniziativa partecipano anche Silvia Menabue, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, ed Emilia Muratori, consigliere provinciale con delega all’Istruzione che nel sottolineare il valore dell’iniziativa riafferma l’«impegno della Provincia a sostegno della cultura classica anche grazie al percorso di fusione tra i due istituti che rappresentano un’eccellenza nell’offerta formativa modenese».

Dalle ore 18 nella sede del S.Carlo, in corso Cavour 17, il programma denominato “La notte si tinge di classico” propone musica e letture da Italo Calvino, Virgilio, Leopardi, Omero e Apuleio con interventi dedicati a Maria Beatrice d’Este, ma anche alla convivialità nel mondo antico come la cena di Trimalcione.

Al Muratori, in via Cittadella 50, con il coinvolgimento anche dell’indirizzo linguistico, “La notte di Ermes” ispirata a questa divinità giovane e viaggiatrice, propone letture da “La Pace” di Aristofane, Omero, Plauto e altri autori, esperimenti scientifici nei laboratori, una tombola ermetica, dimostrazioni di ballo ottocentesco con lezione di valzer, un “apericena” ispirata ai menù dell’antica Roma, videoproiezioni fino alla video conferenza via Skype con ex studenti sparsi in tutto il mondo.

In base alla riorganizzazione della rete scolastica approvata di recente della Provincia di Modena dall’anno scolastico 2016/17 è prevista la fusione dei licei classici modenesi Muratori e San Carlo; in questa fase di transizione le iscrizioni sono ancora gestite separatamente nei due istituti.