La mappa degli interventi nei quartieri di Cesena durante l’estate

Le opere eseguite nel Centro Urbano, nel Fiorenzuola e nel Rubicone

Viale Carducci 3CESENA – E’ nutrito l’elenco dei lavori eseguiti (o in qualche caso in via di completamento) nei quartieri Centro Urbano, Fiorenzuola e Rubicone nell’ambito del più complessivo quadro di interventi realizzati nel corso dell’estate in tutti i dodici quartieri di Cesena. “I mesi estivi – confermano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – hanno visto l’apertura di una cinquantina di cantieri, per un importo di circa un milione di euro. Si tratta soprattutto di opere di manutenzione, in qualche caso programmate già da tempo, ma finora rimaste al palo a causa dei ben noti vincoli dei pagamenti, imposti dal patto di stabilità. Per fortuna, ora la situazione si è sbloccata, permettendoci di dare risposte importanti alle esigenze manifestate dai cittadini dei quartieri cesenati, soprattutto in tema di sicurezza stradale”.

Entrando nel dettaglio, fra le opere che hanno interessato il centro urbano c’è la sistemazione dei marciapiedi in varie strade. Ad esempio, in viale Carducci (nel tratto compreso fra via Trento e via Fiume), dove i marciapiedi erano deformati a causa delle radici degli alberi, si è proceduto con il rifacimento della pavimentazione e dei cordoli, il contestuale allargamento di 50 cm del marciapiede, la realizzazione di nuove aiuole. Inoltre sono stati eseguiti lavori di sistemazione idraulica, con la demolizione della fognatura esistente per una lunghezza di circa 140 ml, e la sostituzione delle vecchie bocche di lupo con pozzetti di raccolta.
Marciapiedi sistemati anche in via Montanari (tratto da viale Carducci a via Zara) e in via Zara (da via Montanari a via Pietro Turchi), dove sono stati sostituiti i cordoli ammalorati e sono state create fasce a verde, rampe pedonali, ecc,. Invece, per aumentare la sicurezza, all’incrocio fra via Martiri della Libertà e via Cairoli è stata realizzata un’intersezione rialzata, mentre in via Roversano è stato installato un rilevatore di velocità nel tratto compreso fra la rotonda Ponte Vecchio e il ristorante “I Maceri” (dove era già stato istituito, sempre su domanda del quartiere, un limite di velocità di 30 km orari).
Infine, a breve partiranno i lavori per la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale in via Canonico Lugaresi, che attualmente è collocato in corrispondenza dell’ingresso all’Istituto, ma che verrà spostato di qualche metro verso il Ponte Vecchio per non ostacolare il passo carraio presente in quel punto. L’intervento prevede la costruzione di un’isola spartitraffico centrale e di nuove rampe sui marciapiedi, l’installazione di colonnine luminose con sentinella lampeggiante, in modo tale da rendere più visibile l’isola spartitraffico.

Sicurezza stradale in primo piano anche nel quartiere Fiorenzuola, dove sono stati realizzati due attraversamenti pedonali protetti, entrambi lungo via Fiorenzuola (il primo all’altezza di Villa Neri, il secondo nei pressi della rotonda della Grande Foglia a Case Finali. Per i ciclisti è stato completato il percorso ciclabile in viale Marconi (nel tratto da via Piemonte fino a via Fiorenzuola), realizzato sulla porzione di sede stradale esistente sul lato destro direzione Rimini.
Infine, è previsto entro alcune settimane l’avvio dei lavori per la messa in sicurezza del sottopasso pedonale in Via del Mare che oggi risulta buio e disagevole per chi lo percorre. L’intervento vedrà la riorganizzazione degli spazi, delimitando con un’adeguata segnaletica la pista ciclabile e percorso pedonale; ma soprattutto sarà modificato l’impianto di illuminazione sostituendo le attuali lampade a scarica nei gas, con altrettanti punti luce a led.

Velocità sotto controllo nel quartiere Rubicone, che ha visto soddisfatta durante l’estate la richiesta di installare rilevatori di velocità nelle borgate di Case Castagnoli, Case Missiroli e in via Malanotte a Calisese.
Altra opera attesa da tempo era la sistemazione della strada di accesso al cimitero di Carpineta. Con questo intervento si è provveduto, in primo luogo a regimentare le acque piovane con l’installazione di 2 griglie collegate alla tombinatura esistente, e poi a risanare la fondazione stradale e a stendere una pavimentazione. Infine, nel corso dell’estate è stata sostituita la pensilina bus in via Emilia Levante a Case Castagnoli