“La Gabbianella Fortunata”, il 17 e 18 maggio due spettacoli a Parma

Fritelli: ”Di grande attualità il tema di quest’anno: la comunicazione nei rapporti umani e il valore dell’incontro, per costruire ponti e non muri”

La Gabbianella FortunataPARMA – Torna al Teatro al Parco, nel Parco Ducale di Parma, per il sesto anno consecutivo, la rassegna teatrale “La Gabbianella Fortunata”, promossa dalla Provincia, col contributo della Regione. Gli spettacoli, che vedono protagonisti i ragazzi della scuola primaria e secondaria inferiore del Parmense, saranno in scena martedì 17 maggio alle 17,30 e alle 20,45 (con tre spettacoli) e mercoledì 18 maggio alle 18 e alle 20,30 (con tre spettacoli).

L’ingresso è libero e gratuito. L’iniziativa ha coinvolto 23 classi di 13 scuole, e ha visto anche una serie di rappresentazioni riservate alle scuole, nei giorni scorsi.

“Il tema di quest’anno è senz’altro di grande attualità: la comunicazione nei rapporti umani e il valore dell’incontro come comprensione dell’altro e possibilità di essere a propria volta compresi – afferma il Presidente della Provincia Filippo Fritelli – Il tema è ancora più importante in considerazione dei forti cambiamenti sociali e comportamentali del nostro tempo: oggi più che mai occorre capire cosa vuol dire conoscere l’altro e dialogare nel rispetto reciproco, al fine di creare dei ponti, anziché dei muri”.

“Abbiamo seguito un percorso pedagogico, culturale e teatrale teso ad apprendere ad andare oltre l’apparenza, per riconoscere e lasciare da parte i pregiudizi insiti in ognuno di noi – spiega la dott.ssa Clementina Balocchi, l’animatrice teatrale che ha seguito le classi nel progetto – Abbiamo messo al centro la dimensione comunicativa come fattore relazionale imprescindibile nella quotidianità e nella diversità dei rapporti umani: fra coetanei dentro e fuori dal gruppo classe, fra età, etnie e culture differenti“.

“Si tratta di un’iniziativa che ha coinvolto parecchie decine di insegnanti e centinaia di ragazzi in un’impresa che aveva come motore la ricerca di una qualità dell’esperienza scolastica che fosse significativa per i ragazzi in un tempo in cui le opportunità e le distrazioni dovute alla circolazione delle informazioni e dei contatti, al di là e al di fuori dell’esperienza scolastica, mettono quest’ultima in una condizione di difficoltà tutta nuova” afferma Ermanno Mazza, pedagogista dell’Università di Parma, che ha collaborato all’iniziativa.

Hanno partecipato alla “Gabbianella” 2016: la primaria Corazza di Parma (4°A , 4°E e 4° B, 4° C ), la primaria Verdi di Collecchio (4°D), la primaria Verdi di Corcagnano (4°B), Scuola Primaria Paritaria Edith Stein (classe 4°), la primaria Campanini di Baganzola – 4°A e 4°B), la primaria Rodari di Parma (3° B), la secondaria di primo grado Ferrari di Parma (1°-2°-3° F del corso a indirizzo musicale), la primaria Sanvitale di Parma (4° D), la secondaria di primo grado di Tizzano (1°, 2°, 3°), la secondaria di primo grado Toscanini di Parma (gruppo interclasse), la secondaria di primo grado Fra’ Salimbene di Parma (2° D e 2° G), la secondaria di primo grado di Neviano degli Arduini (2° A e 2° B), la secondaria di primo grado Convitto Maria Luigia di Parma (1° C ).

INFO – Per informazioni: Francesca Donati – Provincia di Parma – f.donati@provincia.parma.it